Cultura

Dante Alighieri, il sommo poeta

Dante Alighieri è indubbiamente il più grande e famoso poeta italiano. La sua Divina Commedia è stata tradotta in più di 5 lingue ed è letta, conosciuta e studiata in tutto il mondo. Oggi ne celebriamo la sommitá, in occasione del 699esimo anniversario del suo decesso, avvenuto nel Settembre del 1321.

Dante Alighieri, web generico
Dante Alighieri, web generico

Dante Alighieri e il dolce stil novo

Il dolce stil novo è uno degli stili più importanti della letteratura italiana. Consiste in un nuovo stile particolarmente “dolce”, ovvero elegante e raffinato nel lessico, che risulta semplice, e nella forma. La metrica crea un ritmo poetico che ricorda una dolce melodia. Un altro dei massimi esponenti del dolce stil novo è Petrarca, seguace del grande Dante.

Dante Alighieri, web generico
Dante Alighieri, web generico

Guelfi e Ghibellini, la politica

Dante Alighieri non è stato solo un poeta: godeva di un importante posizione politica nella sua amata Firenze. Proprio durante la lotta tra Guelfi, schierati a favore del potere religioso del Papa, e Ghibellini, politicamente schierati a favore del potere dell’Imperatore, Dante era priore della città. Decise di esiliare i capi di entrambe le fazioni politiche per fare da paciere, ma quando i Guelfi conquistarono la città con l’appoggio del papa, fu Dante ad essere esiliato. La sua posizione politica era a favore dei Ghibellini: convinto, dunque, che solo un imperatore sarebbe riuscito a mettere fine alle guerre politiche in Italia ed in Europa.

Dante studioso, web generico
Dante studioso, web generico

Il suo principale trattato politico è il De Monarchia, in cui esprime completamente il suo pensiero politico.

I meravigliosi scritti di Dante

Dante ci ha lasciato un’eredità letteraria senza precedenti. Un uomo di altissima cultura, di grande conoscenza di molteplici aspetti: ha scritto trattati politici, filosofici (a tratti introspettivi, come il Convivio), ma soprattutto ci ha lasciato la bellezza delle sue poesie.

Tanto gentile e tanto onesta pare
la donna mia quand’ella altrui saluta,
ch’ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l’ardiscon di guardare.

Il suo capolavoro assoluto è, naturalmente, la Divina Commedia, un’Opera in terzine con uno dei più profondi significati allegorici di tutta la letteratura italiana. Ogni settimana il Metropolitan Magazine analizza un canto dell’Inferno, la prima cantica, celebrandone la grandezza.

Seguici su Facebook

Back to top button