Le Gallerie degli Uffizi e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì rendono omaggio a Dante Alighieri. Forlì ospiterà la mostra Dante. La visione dell’arte nel 2021, anno del settimo centenario della morte del Sommo Poeta. Sarà aperta al pubblico dal 12 marzo al 4 luglio nei Musei di San Domenico. L’esposizione sarà un’occasione preziosa per ammirare capolavori provenienti dagli Uffizi, oltre che da musei internazionali.

Le celebrazioni per l’anniversario della morte di Dante sono promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Il programma completo delle attività che si svolgeranno sul territorio nazionale, è ancora in via di definizione. Al momento sono giunte oltre 300 proposte da tutta l’Italia.

Nicola Monti, Francesca da Rimini nell'Inferno dantesco, 1810 - Photo credits: ufficio stampa Le Gallerie degli Uffizi
Nicola Monti, Francesca da Rimini nell’Inferno dantesco, 1810 – Photo credits: ufficio stampa Le Gallerie degli Uffizi

Dante a Forlì, la città che ospitò il poeta in fuga

La mostra Dante. La visione dell’arte nasce da un’idea del direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt. A lui si affianca Gianfranco Brunelli, direttore delle grandi mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. È curata dagli illustri storici dell’arte Antonio Paolucci e Fernando Mazzocca.

La scelta di esporre negli spazi dei Musei di San Domenico a Forlì non è certo casuale. Infatti la città ospitò Dante tra l’autunno del 1302 e il 1308. Gli Ordelaffi, signori ghibellini della città, gli diedero rifugio durante il suo esilio. Per di più i luoghi del territorio romagnolo tornano nell’Inferno e nel Purgatorio danteschi. Il ruolo emblematico della città per la mostra è stato raccontato anche dallo stesso direttore Eike Shmidt.

Si svolgerà a Forlì, che si trova, più o meno, a metà strada tra Firenze, città di nascita, e Ravenna, che tuttora conserva le sue ossa. Questo è un luogo simbolico per dimostrare anche l’unità dell’Italia, nella celebrazione del Sommo Poeta.

Michelangelo Buonarroti, Il dannato, 1525 - Photo credits: ufficio stampa Le Gallerie degli Uffizi
Michelangelo Buonarroti, Il dannato, 1525 – Photo credits: ufficio stampa Le Gallerie degli Uffizi

Dante e la Divina Commedia nell’arte

Tanti i capolavori che giungeranno a Forlì in occasione della mostra. Per citarne alcuni, il ritratto di Dante e quello di Farinata degli Uberti realizzati da Andrea del Castagno. Le tele, solitamente non visibili al pubblico, provengono dalle collezioni degli Uffizi.

Si potranno ammirare anche la Cacciata dal Paradiso terrestre di Pontormo e un disegno di Michelangelo che ritrae un dannato nell’Inferno. Inoltre saranno esposti i disegni di Federico Zuccari per l’edizione cinquecentesca illustrata della Divina Commedia.

Seguici su

Facebook

Instagram

Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA