Cinema

Dark Shadows: Tim Burton rilegge la serie degli anni ’60

Andrà questa sera in onda alle 21:05 sul canale 20 Dark Shadows, il remake in forma di lungometraggio della serie omonima degli anni Sessanta. Una commedia in cui si susseguono vampiri e streghe in esilaranti vicissitudini, naturalmente diretta da Tim Burton in ottima compagnia. Al suo fianco, infatti, gli attori feticcio Johnny Depp e Helena Bonham Carter.

Dark Shadows: dalla soap degli anni ’60 al remake di Tim Burton

Il soprannaturale in fascia diurna

Una foto della soap opera originale - immagine web
Una foto della soap opera originale – immagine web

Andata in onda dal 1966 al 1971, Dark Shadows per i primi sei mesi in cui andò in onda non mostrò alcun elemento soprannaturale. I primi fantasmi comparvero dopo sei mesi, mentre il vampiro Barnabas Collins (interpretato da Jonathan Frid) fece il suo ingresso solo un anno più tardi.

Oltre ad essere la prima soap opera trasmessa in orario diurno in cui compaiono elementi soprannaturali, Dark Shadows è diventata un cult della serialità camp. Quentin Tarantino e Madonna si sono dichiarati grandi fan, così come Tim Burton e Johnny Depp, che da bambino desiderava essere Barnabas Collins.
Quando si dice segno del destino…

Il remake del 2012

Una scena del film diretto da Tim Burton - immagine web
Una scena del film diretto da Tim Burton – immagine web

Il remake di Tim Burton arriva soltanto nel 2012 e segue le vicende di Barnabas Collins, un vampiro che, sepolto vivo nel diciottesimo secolo, “resuscita” negli anni Settanta e scopre che l’azienda di famiglia è sull’orlo del fallimento, a causa della spietata concorrenza della strega Angelique Bouchard (Eva Green), la quale aveva spedito Barnabas nella tomba secoli prima poiché l’aveva sedotta prima e abbandonata poi.
Il vampiro allora dovrà fare di tutto per ristabilire l’ordine, garantendo ai suoi discendenti gli antichi fasti della famiglia Collins.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora continua a seguirci su Metropolitan Magazine!

Chiara Cozzi

Critica cinematografica per passione, scrittrice per vocazione.
Back to top button