Deandre Baker, cornerback dei New York Giants, è finito nei guai ed attualmente si ritrova in carcere, con diverse accuse a suo carico.

Stando a quanto riferito dalle autorità, è stato proprio lui stesso a consegnarsi alla polizia, la quale ha provveduto immediatamente a portarlo nella prigione della contea di Broward (Florida).
Tutto questo è accaduto in seguito ad alcuni fatti che hanno coinvolto, oltre a Baker, anche Quinton Dunbar dei Seattle Seahawks.

Le accuse a loro carico sono piuttosto gravi. Si parla infatti di quattro accuse per rapina a mano armata e altre quattro per aggressione con arma da fuoco.
Secondo Pro Football Talk, i due hanno sottratto alle vittime numerosi oggetti di valore, tra i quali 11.000$ in contanti ed un Rolex del valore di 18.000$.

Bradford Cohen, avvocato difensore di Deandre Baker, ha pubblicato un post sul proprio profilo Instagram nel quale ha cercato di chiarire la situazione.

Si legge, infatti:

“Le notizie su Deandre sono vere. Credo nella giustizia e credo anche che, se tutto andrà per il verso giusto, la questione sarà risolta nella maniera più appropriata. Non affrettatevi a giudicare”.

Inoltre, come riportato da AM, sebbene le autorità abbiano dichiarato di avere molti testimoni che hanno indicato Baker come responsabile, Cohen ha rivelato che ci sono delle prove in grado di scagionarlo.

Michael Grieco, difensore di Dunbar, è convinto che anche il suo cliente ne uscirà innocente da tutta questa vicenda.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Roquan Smith viola la quarantena ed organizza un festino privato

Foto in copertina: Matthew Emmons/USA Today Sports

© RIPRODUZIONE RISERVATA