Sport

Demare bis al fotofinish nel Giro d’Italia: oggi la 7a tappa

Adv
Adv

Arnaud Demare (Groupama-FDJ) per il secondo giorno consecutivo al Giro d’Italia, sale in cattedra e dà lezione di “volata”, prendendosi il primo posto sul traguardo di Scalea, lasciando a Caleb Ewan (Lotto Soudal), previo fotofinish, il secondo posto e a Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl Team) il terzo. La maglia Rosa rimane a J.P. Lopez Perez, mentre Demare rafforza la propria posizione con la maglia ciclamino. Oggi, nella 7a tappa, si parte da Diamante e si arriva a Potenza, in una corsa ben diversa da quella di ieri.

Analisi della 7a tappa: Diamante – Potenza

La Diamante-Potenza è una tappa certamente impegnativa, che ai 196 chilometri di lunghezza, associa anche un dislivello complessivo di 4510 metri. Già dopo 36 chilometri dalla partenza, i corridori dovranno affrontare la salita del Passo Colla, la cui vetta è a 594 metri. Completata la discesa, si riprenderà a salire, questa volta per raggiungere la vetta del Monte Sirino, a circa 1400 metri di altezza. Numerosi i tornanti da affrontare sul percorso, che prosegue con l’ascesa alla Montagna Grande di Viggiano, che di nuovo porta i corridori a 1400 metri. Nel tratto successivo, l’ultima asperità altimetrica è offerta dalla salita de La Sellata. L’arrivo, in questo caso, è posto all’interno della città di Potenza, ma a circa 350 metri dalla fine, la strada si fa impegnativa, con una pendenza intorno all’8% e con un breve tratto al 13%.

Demare bis al fotofinish nel Giro d'Italia: oggi la 7a tappa
(Photo credits: Giro d’Italia)
Demare bis al fotofinish nel Giro d'Italia: oggi la 7a tappa
(Photo credits: Giro d’Italia)

I favoriti di giornata: dopo Demare anche Van der Poel punta al bis

La corsa odierna farà lavorare molto i corridori in salita e anche il tratto di strada che porta all’arrivo non sembra ideale agli sprinter puri. Le attenzioni, dunque, saranno per uomini come Matthieu Van der Poel, Magnus Cort Nielsen o Mauro Schmid.

Nella seconda tappa calabrese, tuttavia, magari partendo da lontano, potrebbero essersi chance anche Nibali, piuttosto che Davide Formolo, Diego Ulissi e Bauke Mollema, o Alessandro Covi e Bouwman.

Le classifiche dopo la 6a tappa

Maglia Rosa: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo); L. Kamna (Bora-hansgrohe) +38”; R. Taaramae (Intermarché-Wanty- Gobert Materiaux) +58”

Maglia Ciclamino: A. Demare (Groupama-FDJ) 147 p.ti, B. Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux) 94 p.ti, Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl Team) 78 p.ti

Maglia azzurra: L. Kamna (Bora-Hansgrohe) 43 p.ti; Mirco Maestri (Eolo-Kometa-Cycling Team) e J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo) 18 p.ti

Maglia Bianca: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo); M. Vansevenant (Quick-Step-Alpha Vinyl Team) +1’47”; J.P. Goncalves Almeida (UAE Team Emirates) +1’58”

Squadre: Bora-hansgrohe; Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux +2’17”; Trek-Segafredo 2’47”

Dove vedere in TV il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2022, sarà seguito dalla partenza e fino alle 14.00 dalle telecamere di rai Sport +, a seguire da quelle di Rai 2. La corsa, inoltre,potrà essere vista in TV anche su Eurosport, oppure in streaming su Eurosport Player, Discovery+ e la piattaforma di GCN.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

(Photo credit: Giro d’Italia)

Link foto: https://www.facebook.com/giroditalia/photos/a.10150573891468247/10158954817638247

Adv
Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button