Potrebbe essere Jason Denayer l’erede designato a prendere il posto di Koulibaly al centro della difesa del Napoli. Il capitano del Lione, reduce da una stagione in chiaroscuro sotto il profilo dei risultati, si è comunque confermato tra i più forti centrali della Ligue 1, tanto da attirare le attenzioni di diversi top club europei. Dal momento che i transalpini non giocheranno le coppe, il belga potrebbe decidere che sia arrivato il momento di cambiare aria.

Denayer (Getty Images)

Denayer al Napoli, parla l’agente: “Sarebbe entusiasta”

A confermare questa possibilità anche Jesse De Preters, agente di Denayer, che ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha affermato come il suo assistito sia ormai pronto per una piazza importante, rivelando che già in passato ci fossero stati dei contatti con il Napoli:

Se Jason sia contento dell’opportunità di andare al Napoli? Lui sarebbe entusiasta di giocare in un club tanto prestigioso, ma è chiaro che l’ultima parola spetta agli azzurri. Già due anni fa ebbi contatti con Giuntoli per offrirlo agli azzurri, ma all’epoca il Napoli era coperto in quel ruolo e Jason veniva dal campionato turco (Galatasaray ndr), che era considerato inferiore ad altre leghe come quella italiana e francese. Ora che Denayer ha dimostrato il suo livello in un campionato top come quello francese, è naturale che abbia attirato su di sé le attenzioni di diverse squadre importanti. [….] Lui è sempre stato affascinato dalla Serie A, anche perché l’Italia è un po’ “l’università” della difesa: se sai difendere in Italia, sai difendere ovunque”.

Dunque, la buona predisposizione di Denayer verso l’Italia sembra già esserci. Ciò che manca è riuscire a convincere De Laurentiis a fare un investimento. Il presidente del Napoli sembra orientato a spendere solo in caso di cessione di Koulibaly e non si muoverà prima che il senegalese non lasci effettivamente il Golfo. Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, la trattativa con il City è a buon punto, ma sussiste ancora distanza tra domanda (almeno 75 milioni) e offerta (non più di 70, bonus compresi).

Per quanto riguarda Denayer, invece, il suo prezzo potrebbe aggirarsi intorno ai 30 milioni, un valore triplicato rispetto alla cifra spesa dai francesi per prelevarlo dal City, squadra detentrice del suo cartellino, due anni fa. Una cifra che, come detto, costringerà il Napoli prima a cedere o, nel caso, a virare su profili lowcost. Resta “caldissima” la pista Sokratis dall’Arsenal. Pronto per lui un biennale da 3,5 milioni, ma il greco, in scadenza di contratto il prossimo anno, deve prima trovare l’accordo con i londinesi per liberarsi a parametro zero.

Veretout e Under: è “stallo” con la Roma

Le altre due trattative che tengono banco in casa partenopea procedono sull’asse Roma-Napoli e portano i nomi di Jordan Veretout e Cengiz Under, entrambi molto graditi a Gattuso. La Roma, Fonseca per primo, non sembra però avere alcuna intenzione di cederli. Secondo La Gazzetta dello Sport, gli azzurri sarebbero disposti a mettere sul piatto ben 30 milioni per il francese che, tra l’altro, gradirebbe non poco la destinazione.

Per Fonseca, però, Veretout è incedibile e Fienga sarebbe già stato informato del volere del tecnico. La situazione Under è legata a doppio filo con il gioco d’incastri tra Dzeko, Milik e Suarez: se la Roma dovesse vendere il bosniaco alla Juventus, per il momento orientata verso l’attaccante del Barça, si fionderebbe direttamente sul polacco, che De Laurentiis sacrificherà volentieri in cambio di Under, giocatore chiesto esplicitamente da Gattuso.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA