MovieNerd

Detective Conan – Arrivano in Giappone i café a tema

Detective Conan è una delle serie di maggior successo in Giappone e, come un po’ per tutto nella terra del Sol Levante, non potevano mancare attrazioni e locali a tema. Scopriamo insieme cosa si sono inventati!

I locali

Detective Conan è un manga ideato da Gōshō Aoyama ed è una delle serie più amate, non solo in Giappone ma in tutto il mondo.
A fine marzo aprirà nella terra del Sol Levante una catena di café interamente dedicata al piccolo investigatore.
Si tratta di ben dodici locali sparsi per nove città nipponiche (Tokyo, Osaka, Chiba, Fukuoka, Nagoya, Sapporo. Naha, Koshigaya e Hiroshima) che serviranno piatti e bevande ispirati all’universo del detective bambino più famoso al mondo.

Il film

I locali verranno aperti per festeggiare e pubblicizzare il nuovo film dedicato alla serie manga “Detective Conan: The Scarlet Bullet” ed uscirà nelle sale nipponiche questo Aprile.
La pellicola vedrà il piccolo detective alle prese con degli strani rapimenti avvenuti in occasione dell’importante evento dei World Sports Games di Tokyo e della contemporanea inaugurazione del primo treno a levitazione magnetica al mondo.

Il menù

Ovviamente anche il menù dei locali, oltre alla scenografia, sarà completamente a tema.
Fra i piatti e le bevande più interessanti possiamo sicuramente menzionare la Blue Cream Soda, dedicata al papillon con il quale il bambino cambia la propria voce.
Ovviamente non poteva mancare una serie di piatti dedicati alla APTX-4869, la pillola che ha fatto ringiovanire di dieci anni il detective Shinichi Kudo, costringendolo a continuare le sue avventure sotto lo pseudonimo di Detective Conan. In particolare ci sarà una pietanza servita proprio nel contenitore della pillola!

Detective Conan
Piatto servito nel contenitore della APTX-4869 – Photo Credit: Web

Spero questa notizia diventi solo una motivazione aggiunta per chi stava già pianificando un viaggio per il Giappone!

Seguici su
InfoNerd
Instagram
Facebook

Federica Giorgi

Nata a Roma nel 1999. Studia Comunicazione, tecnologie e culture digitali alla Sapienza. Appassionata di cinema, serie tv, videogiochi, fumetti e tutto ciò che concerne l'universo Nerd.
Back to top button