GamesMetroNerd

Diablo 4: novità su gameplay, oggetti leggendari ed endgame

Photo Credits – www.blizzard.com

Mentre attendiamo con ansia le console di nuova generazione, David Kim, Lead System designer di Diablo 4, aggiorna la community con importanti dettagli sul nuovo gioco Blizzard. Scopriamoli insieme.

Cosa sappiamo finora

Dopo la triste parentesi dell’annuncio di Diablo Immortal (titolo mobile accolto molto male dalla community), Blizzard si è ampiamente rifatta annunciando e mostrando il nuovo capitolo dell’hack ’n’ slash più famoso al mondo, mostrando ancora una volta di tenere molto al feedback degli utenti.

Dotato di atmosfere più cupe rispetto al suo predecessore ed un’impostazione con meccaniche più open world, Diablo 4 è da subito entrato nella lista dei desideri dei fan, specialmente dopo il reveal del primo video gameplay  che risale ormai a novembre scorso. Il video in questione mostrava quasi due ore di gameplay in cui il giocatore, come da tradizione della serie, sceglieva la classe del personaggio, tra Barbaro, Druido e Maga. Nonostante si fosse già vista in azione, è proprio su quest’ultima che Kim ha voluto specificare l’introduzione di nuove meccaniche che ci sembrano, almeno per adesso, molto interessanti. 

Nuovo albero delle abilità e bilanciamento

Dopo l’ultimo aggiornamento sulle novità del gioco era sorta nella community qualche perplessità sull’introduzione delle meccaniche di tre status che troveremo negli oggetti. Si tratta di Angelic, Demonic, e Ancestral power. Ognuno di questi attribuisce diverse varietà di bonus agli oggetti e fa ottenere alcuni benefici. Angelic, ad esempio riguarderà più gli aspetti di benefit al personaggio, quali lo healing o i self-buffs: Demonic invece riguarderà i malus e gli effetti negativi, mentre l’Ancestral si occuperà, a quanto pare, dell’incremento di probabilità di applicare un particolare effetto ai colpi inflitti al nemico (proc chance), che non a caso ricorda molto World of Warcraft, ed è costata non poche critiche alla stessa Blizzard: molti utenti su Reddit ed altri forum si sono apertamente lamentati accusando la Software house di inserire a mano a mano sempre più elementi del famoso MMORPG, “snaturando” di fatto il brand Diablo. 

Dal canto suo, Blizzard risponde alle critiche sostenendo che questo sistema sarà controbilanciato da skills e talenti, pubblicando sulla pagina ufficiale un albero delle abilità che pare essere molto ricco e complesso. Le motivazioni di tale scelta sono obiettivamente più che convincenti: in passato il giocatore era poco motivato a spendere Skill points. Questo nuovo sistema non solo aggiunge una varietà di stili di gioco davvero ampia, ma ci sembra che aggiunga quella profondità al titolo che sembrava mancare in passato. L’intenzione del team di sviluppo quindi pare chiara: rendere il giocatore meno dipendente dall’equipaggiamento in favore di uno stile di gioco più personalizzato grazie al bilanciamento con le abilità. 

L’albero delle abilità di Diablo 4 – www.blizzard.com

Le abilità della Maga e endgame

Una novità molto curiosa e che può definirsi originale è l’introduzione di uno slot Enchantment per la Maga. Attribuendo a questo slot una qualsiasi abilità, il nostro personaggio genererà quel particolare tipo di incantesimo attribuito in maniera automatica. Si godrà dunque degli effetti di una abilità attiva, nonostante non avremo il potere di controllarla direttamente. A detta di Kim, questo consente una maggiore libertà nel costruire una build basata sulla combinazione di abilità attive e abilità “Enchantment”, cosa molto interessante soprattutto in vista delle partite stagionali. 

Quindi fino ad ora sappiamo che il Barbaro avrà la capacità di trasportare e cambiare molto rapidamente armi ed oggetti presenti nel suo arsenale, la Maga avrà questo particolare sistema di uso degli incantesimi, ma per la peculiarità di classe del Druido Blizzard prende tempo, rimandando al prossimo aggiornamento sul titolo. 

Anche sull’endgame non si sbilancia troppo, però sappiamo che quando il giocatore terminerà l’avventura principale, avrà sbloccato il 30-40% di abilità presenti nello Skill Tree, il che fa ben sperare in un alto tasso di rigiocabilità. Inoltre, sappiamo che tale endgame sarà “easy to learn, difficult to master”, quindi facile da imparare, ma difficile da gestire al meglio, strizzando un occhio agli hardcore gamers della serie.

Non ci resta che attendere nuove da Blizzard. Nel frattempo potete gustarvi il video gameplay di Diablo 4, sperando di rivedere qualcosa di concreto almeno al prossimo BlizzConline che si terrà, causa Covid-19, in streaming a febbraio 2021. 

Seguici su Facebook!

Back to top button