Cinema

Dino Risi, la grande arte della commedia all’Italiana

Avrebbe compiuto oggi 105 anni Dino Risi. È stato uno dei massimi registi esponenti della commedia all’italiana insieme a Luigi Comencini e Mario Monicelli. Nella sua grande carriera ha vinto un David di Donatello ed è stato candidato due volte all’Oscar come miglior film straniero.

“Il cinema: una donna nuda e un uomo con la pistola. Qualcosa a metà tra l’orologeria di precisione e la tratta delle bianche”

Questa frase ci fa comprendere molto della personalità di Dino Risi. Quasi destinato a fare il medico ha cambiato il cinema italiano con il suo tocco cinico e sofisticato. Uno stile con cui è riuscito perfettamente a raccontare ai massimi livelli le mille sfaccettature e tematiche della commedia all’italiana. Lo ha fatto regalandoci piccoli grandi capolavori che hanno segnato la storia del cinema italiano degli anni 60-70′ e non solo. Molti dei suoi sono infatti dei grandi classici della commedia nostrana.

5 film cult di Dino Risi

Una clip tratta da Il sorpasso, fonte CG Entertainment

Notevole è la stata la produzione cinematografica di Dino Risi di cui vogliamo ricordare quelli che per noi sono 5 film cult. Cominciamo con il ricordare la commedia ironica di “Poveri ma belli” con la sua storia di una procace ragazza contesa. Continuiamo con “Una vita difficile” con uno straordinario Alberto Sordi nei panni di un esilarante e fragile giornalista. Infine non potevamo dimenticare “Il sorpasso”, il film più celebre di Risi ed uno dei cult della commedia all’italiana con uno straordinario Vittorio Gassman. Nella nostra carrellata non potevamo mancare i 20 spietati ritratti dell’italiano medio degli anni 60′ di “I mostri”. In conclusione ricordiamo la storia grottesca di un amore tragico di “Profumo di donna” che valse a Risi la prima candidatura agli Oscar come miglior film straniero. Il film è stato inseguito oggetto di un remake americano con Al Pacino.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button