Musica

Diodato, le foto del concerto all’Auditorium parco della musica di Roma

Adv

Dopo il successo dei live estivi dello scorso 2020, Diodato ieri ha abbracciato il pubblico della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma accompagnato da: Rodrigo D’Erasmo al violino, Greta Zuccoli alla voce, Andrea Bianchi alle chitarre, Alessandro Commisso alla batteria, Gabriele Lazzarotti al basso, Lorenzo Di Blasi alle tastiere, Beppe Scardino al sax baritono e fiati e Stefano “Piri” Colosimo alla tromba e ottoni.

Diodato ritorna alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma a distanza di un anno

Diodato è l’unico artista italiano ad aver vinto nello stesso anno, oltre al Festival di Sanremo, il David di Donatello 2020, i Nastri d’Argento 2020 e il Ciak d’oro del pubblico 2020 con il brano “Che vita Meravigliosa” come “Migliore canzone originale”, entrata nella memoria collettiva per essere stata parte della colonna sonora del film “La Dea Fortuna” di Ferzan Özpetek. Come primo artista musicale nella storia della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Diodato ha aperto la Cerimonia di chiusura della 77^ edizione esibendosi live in uno dei brani più celebri del suo repertorio, “Adesso”. Il suo trionfo più recente è quello agli MTV EMA come “Best Italian Act”. Il 26 maggio 2021 è uscito per Netflix Il Divin codino, film sulla vita di Roberto Baggio: per l’occasione Diodato firma la main song “L’uomo dietro il campione”.

Il tour dell’artista prosegue fino al 14 agosto, di seguito tutte le date:

20/07 Orvieto Sound Festival 31/07 Notte Rosa, Rimini (Piazzale Fellini) 2/08 Teatro Sferisterio di Macerata 3/08 Scalinata di San Bernardino, L’Aquila 6/08 Teatro Antico di Taormina 8/08 Locus Festival, Fasano (BR) 14/08 Parco dei Suoni, Riola Sardo (OR)

Le immagini sono a cura di © Emanuela Vertolli

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò, La Rivista Metropolitan Magazine N3

Adv
Adv

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Adv
Back to top button