MetroNerd

Disney+ si prepara ad ospitare anche Buffy l’ammazzavampiri

Buffy l’ammazzavampiri, serie tv anni 90, di proprietà della Fox, si prepara ad attraccare presso Disney Plus. La casa di topolino ha infatti voglia di portare più contenuti targati Fox sul proprio servizio di streaming.

Buffy l’ammazzavampiri su Disney Plus

Per chi non la conoscesse, Buffy l’ammazzavampiri è una serie andata in onda dal 1997 al 2003. Questa è stata tratta da un film del 1992 di Joss Whedon, il quale si è poi occupato anche della serie, e narra le avventure di una giovane ragazza che, insieme ai suoi amici, diventa una cacciatrice di vampiri e altre creature paranormali.

L’ipotesi di portare la serie sul servizio di streaming Disney+ è nata nel momento in cui la Disney ha sottoposto alcuni questionari ai suoi utenti. In questi la casa di Topolino chiedeva a quali show televisivi sarebbero stati interessati gli iscritti, tra questi vi era anche il nome di Buffy l’ammazzavampiri.

La serie è di proprietà della Fox, che Disney ha acquisito l’anno scorso per l’astronomica cifra di 71 miliardi di dollari. Era già chiara la volontà di aumentare la quantità dei prodotti Fox all’interno del servizio di streaming, come si è visto con la presenza di tutte le stagioni de I Simpson.

Disney+ si prepara ad ospitare anche Buffy l'ammazzavampiri
Immagine dal web
Immagine dal web

Oltre a Buffy, che aveva anche avuto uno spin-off dopo le sette stagioni regolari dello show, la Disney avrebbe intenzione di riportare anche Firefly. Nei questionari posti agli utenti, inoltre, vi era anche il quesito che riguardava un’eventuale introduzione di show come Modern Family e How I Met Your Mother.

È probabile, d’altro canto, che la volontà di riproporre programmi datati derivi dall’impossibilità di produrne di nuovi a causa della situazione di blocco mondiale. Il Coronavirus ha infatti arrestato la produzione di tutti i prodotti cinematografici che erano in fase di lavorazione, obbligando i palinsesti a riproporne di vecchi.

Seguici su Facebook

Leggi anche: Disney+, a rischio il reboot/sequel di Lizzie McGuire

Back to top button