Disney+: a rischio il reboot/sequel di Lizzie McGuire

Il reboot di Lizzie McGuire con Hillary Duff è solo l’ultima di una serie di show che è stata eliminata dal palinsesto del servizio streaming della casa di topolino. Il motivo è da ricercare nell’eccessiva concentrazione da parte di Disney Plus di identificarsi come un prodotto per famiglie.

Le serie cancellate da Disney+

La piattaforma streaming targata Disney è appena nata e già dimostra di non conoscere se stessa e ciò che vuole fare. Un catalogo enorme è indubitabilmente il loro punto di forza, d’altro canto un’incertezza sul tipo di programmi da fornire è una grande debolezza.

Tra i loro prodotti troviamo tutti i lungometraggi Disney, Marvel e Pixar, i prodotti di 20th Fox, Star Wars e anche National Geographic. Nell’ultimo periodo, però, Disney Plus ha cancellato dal suo catalogo due serie in produzione e le ha spostate sul servizio streaming americano Hulu. Il motivo? Trattano argomenti che non possono essere diretti a tutta la famiglia.

Così il progetto di adattamento del film High Fidelity, con John Cusack e tratto da un romanzo di Nick Hornby, viene spostato su Hulu poiché, dopo un’analisi più attenta, risultava chiaro che non trattasse un argomento ben comprensibile per più piccoli.

Allo stesso modo una serie tv adattata dal film Tuo, Simon, a sua volta tratto dal libro di Becky Albertalli, che parla di crescita emotiva, adolescenza, omosessualità e consapevolezza sessuale è stato spostato nel catalogo di Hulu ed uscirà a giugno, mese del Pride LGBTQ. Il motivo è sempre la presenza di temi che richiedono più maturità per essere affrontati, cosa che il pubblico a cui vuole fare riferimento Disney non ha ancora sviluppato.

Disney+: a rischio il reboot/sequel di Lizzie Mcguire con Hillary Duff Immagine dal web
Immagine dal web

Il caso Lizzie McGuire

Lizzie McGuire è solo l’ultima della lista. La celebre serie, che negli inizi degli anni 2000 portò al successo Hillary Duff, si stava preparando a tornare in vita con un reboot/sequel scritto dalla stessa autrice, Terry Minsky. Questo avrebbe visto Lizzie alle prese con la sua vita da adulta a New York aiutata sempre da una versione cartoonesca della sua coscienza.

Dopo solamente due episodi la Minsky ha perso il lavoro di autrice a causa di “divergenze creative” L’autrice ha poi affermato:

“L’ideale sarebbe uno spostamento su Hulu per fare lo show che volevano fare.”

La decisione della Disney avrebbe lasciato scontenta anche la Duff, che ha scoperto del licenziamento solo dai giornali e che adesso è in attesa di scoprire che ne sarà del suo show.

Il problema è più grave di quanto possa sembrare. Per un’incomprensibile volontà di dirigere ogni prodotto anche ad un pubblico di bambini la Disney sta perdendo molte occasioni di affrontare temi importanti. In questo modo molti programmi resteranno solamente a livello nazionale visto che Hulu non è presente in tutti i paesi come Disney+.

Seguici su Facebook

Leggi anche: The Mandalorian arriverà in Italia con una condizione che non piacerà agli appassionati

© RIPRODUZIONE RISERVATA