Cinema

“Django”: il classico del western diventa una serie tv

Il classico del cinema western Django diretto da Sergio Corbucci, dopo essere stato ripreso in chiave pulp da Quentin Tarantino, è pronto a diventare una serie tv. Nei panni del vendicatore ci sarà l’attore belga Matthias Schoenaerts, mentre a dirigere questo nuovo progetto un volto femminile: dietro la macchina da presa siederà infatti Francesca Comencini.

django serie tv
Matthias Schoenaerts nei panni di Django sul set della serie tv © ilcineocchio.it

La serie tv conterà 15 episodi e sarà prodotta da Sky, che ha fornito anche la trama, ambientata ovviamente nel selvaggio west tra il 1860 e il 1970. Django, perseguitato dai ricordi dello sterminio della sua famiglia, giunge a New Babylon, una città che accoglie tutti senza alcuna distinzione. Qui troverà sua figlia Sarah, miracolosamente sopravvissuta al massacro.
Siamo perciò di fronte a un reboot più che una ripresa dei precedenti film, ma a questo ci ha già abituato Tarantino.

La Comencini ha così commentato il suo coinvolgimento nel progetto:

Questo progetto mi ha catturata fin da subito, anche grazie a personaggi femminili estremamente forti. Django offre un nuovo e interessante punto di vista sull’idea di mascolinità nel genere western. È una storia universale che celebra la diversità e le minoranze. Sono sicura che Django incuriosirà e affascinerà gli spettatori di tutto il mondo.

Segui Metropolitan Magazine ovunque! Ci trovi su FacebookInstagram e Twitter!

Crediti fotografici: repubblica.it, ilcineocchio.it

CHIARA COZZI

Chiara Cozzi

Critica cinematografica per passione, scrittrice per vocazione.
Back to top button