Drew Brees, quarterback dei New Orleans Saints, ha deciso di mettersi in prima linea nella lotta al Covid-19.

Insieme alla moglie Brittany Dudchenko, infatti, ha deciso di donare ben 5 milioni di dollari allo stato della Louisiana, provando così ad aiutare il paese nella difficile lotta alla diffusione del coronavirus ed ai danni causati da quest’ultimo all’interno della popolazione.

I coniugi hanno annunciato la donazione attraverso i propri social media, la quale è stata destinata allo Stato dove attualmente risiedono che, tra l’altro, è anche risultato essere uno dei più colpiti dalla pandemia con quasi più di 10.000 vittime e oltre 450.000 contagiati.

Hanno anche cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica e spingere tutti quanti verso la collaborazione, incoraggiando tutti i loro seguaci a “mantenere alta la speranza per superare questo momento tutti insieme“.

Drew Brees ha anche specificato che, esattamente come già fatto dalla NFL, i soldi saranno distribuiti attraverso differenti società. Queste sono: Second Harvest Food Bank, Ochsner Health Systems, Walk-Ons, Jimmy Johns, Smalls Sliders e Waitr Inc.

L’obiettivo principale è quello di riuscire a preparare e consegnare circa 10.000 pasti al giorno in tutta la Louisiana, con particolare attenzione ai bambini, agli anziani e a tutte le famiglie in difficoltà.

Quella fatta dal quarterback è attualmente la donazione più alta fatta da un’atleta professionista per quanto riguarda la lotta a questa pandemia.
Inoltre, con questa donazione, salgono a 40 milioni i dollari donati dal mondo NFL per contrastare la diffusione del coronavirus in USA.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Coronavirus, l’NFL mette a disposizione 35 milioni di dollari

Foto in copertina: Jordan Strauss/AP

© RIPRODUZIONE RISERVATA