Calcio

Ecco chi è Nicola Jane Williams, la moglie di Carolina Morace


Un momento di grande felicità ed importanza quello che sta vivendo Carolina Morace. L’ex grande calciatrice ed apprezzata allenatrice (e attuale opinionista) compie un passo fondamentale per la sua vita. La donna nata a Venezia, infatti, ha ammesso pubblicamente di essere sposata con Nicola Jane Williams, facendo il più classico dei coming out. Scopriamo insieme chi è la moglie della donna del mondo del calcio più famosa d’Italia.

Nicola Jane William

Carolina Morace: “Basta nascondersi”

Dal mondo del calcio arriva un messaggio di solidarietà nei confronti di tutte quelle persone che hanno paura di pregiudizi e dell’omofobia che infettano l’intero mondo. La forza di Carolina Morace è stata proprio la sua compagna e sposa Nicola Jane Williams: “Con lei sono riuscita ad essere vera, senza maschere”. Queste le parole dell’ex calciatrice in preda ad una autentica felicità. Le due ex sportive si sono conosciute ad un evento della FIFA a Tokyo. Da lì il rapporto è cresciuto e le ha condotte al matrimonio. Per festeggiare il loro amore hanno deciso di compiere due cerimonie. La prima a Bristol, sul piroscafo SS Great Britain e poi una seconda volta in Australia. Adesso, sempre secondo le dichiarazioni dell’ex allenatrice, il prossimo obiettivo sarà quello di crescere un figlio tutto loro.

Chi è Nicola Jane Williams?

Nicola Jane Williams ha avuto una grandissima carriera. Nasce nel 1982 e in giovane età si trasferisce prima in Inghilterra e poi in Italia. Nel 1997 diventa professionista e torna in Australia per accrescere ulteriormente la sua carriera. Vince 9 titoli nazionali e 7 coppe d’Australia, segnando ben 160 reti. Nel 2010 (all’età di 28 anni) si ritira e diventa allenatrice. Farà esperienza nella squadra di Perth per poi guidare l’Under 20 e 17 australiana. Per una stagione lavora con la Juventus Academy Roma, poi segue Carolina Morace da vice sia con la nazionale di Trinidad & Tobago che al Milan. Un rapporto lavorativo proficuo che, adesso, è diventato una vera e propria unione nel segno del sentimento reciproco.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button