Calcio

Eder, pazza idea dell’Inter: è lui il vice Lukaku da regalare a Conte?

Sarà il mercato delle occasioni. Tutte le squadre devono vendere per poter comprare. Solo in poche circostanze si può fare un sacrificio, cogliendo l’occasione. Questa è anche la strategia dell’Inter. I nerazzurri, senza coppe europee e con l’obiettivo di vincere il campionato, devono fare i conti con un numero eccessivo di giocatori. Ciò, però, non blocca il calciomercato nerazzurro. Antonio Conte vuole un attaccante, un vice Lukaku all’altezza del compito. Dopo diverse piste sfumate all’ultimo (come quella di Giroud), ecco che rispunta una vecchia conoscenza di Conte e della stessa Inter. Si parla di Eder, ex nerazzurro e ed ex giocatore di Conte nella nazionale azzurra.

Un attaccante che Conte conosce benissimo e che saprebbe bene come utilizzare. La ricerca di una punta è dettata anche dai continui infortuni di Pinamonti e di Sanchez. Entrambi i giocatori non danno sicurezza sia per via della forma fisica che anche sul piano tattico. Per evitare, quindi, di restare privi di alternative in caso di squalifiche o infortuni, Eder torna nel mirino dei nerazzurri come alternativa a Lukaku. Ad oggi l’Inter ha bisogno di cedere, ma non è da escludere che questo ritorno sia possibile.

La situazione di Eder con il Jiangsu Suning

A volte ritornano o forse. Sì, resta tutto un forse, soprattutto se l’Inter non dovesse riuscire a vendere un certo numero di giocatori. Secondo La Gazzetta dello Sport, pronti a partire sono Vecino ed Eriksen. L’acquisto di Eder è strettamente legato alla cessione del danese (ormai in rotta con la dirigenza). L’ex Tottenham non ha ricevuto offerte ufficiali fino a questo momento.

Questo non impedisce i contatti tra l’Inter e gli agenti di Eder. In Cina il giocatore percepisce 5 milioni, ma con il salary cap di 3 milioni di euro l’ex nerazzurro sarà costretto a cercare fortuna in un’altra squadra. La situazione favorisce la posizione nerazzurra, soprattutto visto il legame tra il club asiatico. Eder, quindi, diventa una pista fattibile e anche l’obiettivo numero uno per l’attacco, superando Pellé, Lasagna e Origi.

Luigi Giannelli

Seguici su Metropolitan Magazine e Metropolitan Calcio

Credit foto qui

Altri pezzi dell’autore

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=446557&action=edit

Back to top button