Attualità

Elena Curti: muore a 99 anni la figlia segreta di Mussolini

Adv

Si è spenta oggi alla veneranda età di 99 anni Elena Curti, a quanto riporta Adnkronos, una delle figlie illegittime di Benito Mussolini. È accaduto nelle scorse ore ad Acquapendente, in provincia di Viterbo, dove la donna viveva ormai da diverso tempo. Dopo essere stata in Spagna per ben più di 40 anni, infatti, nel 2000 aveva fatto rientro in Italia, più precisamente in un paesino del Lazio, dove è rimasta, poi, fino al giorno della sua morte. La cerimonia funebre è prevista per la giornata di domani, martedì 18 gennaio, nella Basilica del Santo Sepolcro a Roma.

La vita di Elena Curti, un’esistenza all’ombra del Duce

Al di là degli sviluppi politici, la vita privata di Mussolini fu senza ombra di dubbio piuttosto movimentata. Difatti, a lui sono attribuite molte amanti, risalenti principalmente al suo periodo giovanile. Alcune sono state confermate, altre smentite e altrettante restano ancora presunte. Lo stesso si potrebbe affermare per i vari figli illegittimi nati dai suoi rapporti clandestini, molti dei quali (per non dire tutti) non sono mai stati riconosciuti. Tra questi c’era anche Elena Corti, figlia della sarta Angela Cucciati. Sebbene quest’ultima fosse già sposata con il capo fascista Bruno Corti, ebbe una relazione con il Duce e diede alla luce la piccola Elena.

Nata a Milano il 19 ottobre 1922, alla vigilia della tristemente nota “marcia su Roma”, Elena ha vissuto la sua intera esistenza all’ombra del padre naturale. Rimase all’oscuro della sua discendenza per buona parte della sua vita, finché la madre non le raccontò la verità quando aveva solamente vent’anni. Nonostante altri prima di lei si pronunciarono sulla questione, non dichiarò mai pubblicamente la sua parentela con il fondatore del Fascismo, o almeno così fece fino alla pubblicazione del suo libro “Il chiodo a tre punte. Schegge di memoria della figlia segreta del Duce” (Iuculano Editore). In più di un’occasione, ebbe l’opportunità di frequentare e lavorare a stretto contatto con Mussolini, tanto da seguirlo persino durante la fuga.

Fu in grado di farsi strada nell’ambiente dell’epoca, entrando a far parte delle arte cerchie della sfera politica e lavorando per il regime. Non a caso, riuscì a diventare la segretaria di Alessandro Pavolini, segretario del Partito fascista repubblicano. Ad oggi, non si sa molto altro degli ultimi anni della sua vita. La sola cosa nota è che si sposò con il tenente dell’aviazione Enrico Miranda, scomparso nel 2008.

Scritto da Diego Lanuto.

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram, Twitter.

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button