Attualità

Elon Musk vorrebbe usare SpaceX per rimuovere Co2 dall’atmosfera

Nuovi impegni per Musk nei confronti dell’ambiente, per contrastare i cambiamenti climatici. Lo ha annunciato con un tweet dichiarando che il programma SpaceX punterebbe a trasformare il Co2 in combustibili per razzi.

Musk e i nuovi obiettivi per l’ambiente

Il miliardario eletto uomo dell’anno dal Time, continua a investire nella ricerca spaziale.
Questa volta intende utilizzare SpaceX, il programma di sviluppo del sistema di lancio riutilizzabile, per rimuovere Co2 dall’atmosfera.
Lo si legge sul suo profilo Twitter in cui scrive: “SpaceX sta iniziando un programma per rimuovere Co2 dall’atmosfera e trasformarla in combustibile per razzi. Unitevi se siete interessati”.

La compagnia era già impegnata nello sviluppo di un sistema di lancio riutilizzabile, e da un anno punta a sostituire tutti i veicoli di lancio esistenti.
Nel tweet ha anche aggiunto: “importante anche per Marte”, altro obiettivo di Elon Musk che voleva già condurre dei test per l’insediamento sul pianeta. Punta infatti a realizzare viaggi di successo verso Marte, che potrebbero diventare “quotidiani”, grazie alla costruzione dell’astronave Starship.

L’agenzia Ansa spiega che il Co2 è “responsabile della maggior parte dei gas serra che contribuiscono ad aumentare l’emergenza climatica.”
Uno scopo onorevole per aiutare l’ambiente, che mette però a dura prova le ambizioni del creatore di Tesla.

Da sempre in cerca di nuovi progetti innovativi, la sua compagnia ha dato un’importante appoggio ai programmi della Nasa, fornendogli veicoli utili ed efficienti per servizi di trasporto dell’equipaggio.
C’è chi sostiene che addirittura la Nasa si sia affidata troppo alla compagnia privata, a causa dei progetti ambiziosi e dei costi elevatissimi dovute alle nuove tecnologie all’avanguardia.

Elon Musk è stato recentemente eletto uomo dell’anno dalla rivista Time, che di lui scrive appunto: “Poche altre persone hanno influenzato la vita sulla Terra più di Elon Musk, e potenzialmente anche la vita oltre la Terra”.
Staremo a vedere quali saranno i suoi prossimi lavori che mirano sempre più in alto e certamente a imporre importanti cambiamenti, sia nel settore tecnologico, sia per quello che riguarda la quotidianità.

Seguici su Metropolitan Magazine:

Back to top button