Gossip e TV

Emanuela Fanelli, curiosità e vita privata dell’attrice e comica

Adv
Adv

Emanuela Fanelli : l’attrice e comica romanasi è fatta conoscere al grande pubblico come protagonista della serie tv “Dov’è Mario?” ed al fianco di Valerio Lundini per il programma “Una Pezza Di Lundini” .

Emanuela Fanelli, l’esordio al cinema

Vedremo stasera l’artista alla conduzione di “60 Sul 2” programma che celebra i 60 anni della seconda rete a partire dalle 21:30 su Raidue. Nata nel 1986, da bambina amava gli scherzi telefonici per poi scoprire da adolescente la passione per il teatro coltivata una volta conseguita la maturità classica. Debutta sul grande schermo con Non Essere Cattivo di Claudio Caligari nel 2015, e successivamente la vediamo in Beata Ignoranza, Assolo e Beata Ignoranza. Nel 2016 approda in radio al fianco di Lillo e Greg 610 dove si cimenta con le imitazioni. Ha partecipato alla TV Delle Ragazze nel 2018 e Stati Generali nel 2020.

Nel 2019 è stata una dei protagonisti del programma tv Battute? su Rai 2 e la protagonista del videoclip Immigrato, brano di Checco Zalone pubblicato per promuovere l’uscita nelle sale cinematografiche del suo film Tolo Tolo. L’anno successivo è nel cast di “Una Pezza Di Lundini”con il quale instaura una grande complicità artistica . Nel 2021 partecipa alla terza serata del Festival di Sanremo 2021 in qualità di ospite per la serata cover al fianco de Lo Stato Sociale, Francesco Pannofino e i lavoratori del mondo dello spettacolo con il brano Non è per sempre degli Afterhours. È stata la madrina della cerimonia di premiazione del Torino Film Festival 2021.

Immagine di copertina. – Ph © Joseph Cardo

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò

Adv
Adv

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine

Related Articles

Back to top button