Cinema

Emilia Clarke, non solo Regina dei Draghi: altri 5 ruoli cult dell’attrice britannica

Simpatia contagiosa, bellezza naturale, attrice versatile, Emilia Isobel Euphemia Rose Clarke è conosciuta principalmente per il ruolo di Daenerys Targaryen, la Madre dei Draghi in Game of Thrones (2011-2019). Nata il 23 Ottobre 1986, oggi, l’attrice spegne 35 candeline e noi, per celebrare il suo compleanno, vogliamo ricordare altri cinque ruoli che hanno consacrato l’attrice britannica come una tra le più amate a livello mondiale.

La Clarke, candidata agli Emmy Awards come Miglior attrice protagonista per il Trono di Spade, su piccolo e grande schermo, non è solo la Madre dei Draghi. Instancabile lottatrice, lei che ha sfiorato la morte due volte, sa più di molti altri che sorridere alla vita è un enorme privilegio. Attivista e femminista, nel 2019 il Times l’ha inserita fra le 100 persone più influenti del mondo.

“Nel corso della storia le donne sono state grandi leader, e mi sento fortunata a interpretare una di queste. Se qualcuno pensa che un personaggio del genere non sia necessario, basta guardare la situazione politica che stiamo vivendo. E’ assolutamente indispensabile“.

Emilia Clarke a proposito di Daenerys Targaryen

Emilia Clarke, 5 ruoli cult

Tra i ruoli più conosciuti rivestiti dall’attrice britannica c’è quello di Qi’ra in “Solo: A Star Wars Story“, il più recente approdo cinematografico della famosissima saga. Uscito nel 2018 in attesa del ritorno della serie principale, “Star Wars: L’Ascesa di Skywalker”. Nel 2017 invece Emilia Clarke è Verena nel thriller psicologico dalle tinte soprannaturali “La voce della Pietra“. Infermiera che si prende cura dei bambini in uno scenario del secondo dopoguerra, in Italia, dove deve confrontarsi con il giovane Jakob (Edward George Dring), figlio adolescente della defunta Malvina (Caterina Murino). Il ragazzo, infatti, sostiene di poter udire sua madre attraverso le pietre nelle pareti della sua stanza.

A dimostrazione della versatilità dell’attrice, c’è stato spazio, nella carriera di Emilia Clarke, anche per un ruolo in “Terminator Genisys“, quinto capitolo della celebre saga con protagonista Arnold Schwarzenegger. Vero e proprio reboot del franchise. In “Spike Island” (2012), riveste, invece, un ruolo più leggero: Sally, protagonista della commedia musicale che racconta le vicende di un gruppo di ragazzi fan dei The Stone Roses e ambientata nel 1990. Altra amatissima Emilia è quella che interpreta Louisa in “Io prima di te“, drama sentimentale che l’attrice affronta nel 2016 accanto a Sam Claflin, tratto dall’omonimo romanzo di Jojo Moyes.

Arianna Panieri

Seguici su Facebook, InstagramMetròLa Rivista Metropolitan Magazine

Adv

Related Articles

Back to top button