Empoli, si riparte dai 3 punti col Napoli

Il gol di Cinotti nella vittoria dell'Empoli contro il Napoli - Photo Credits: zonacalciofaidate.it
Il gol di Cinotti nella vittoria dell’Empoli contro il Napoli – Photo Credits: zonacalciofaidate.it

L’Empoli prosegue il suo percorso di crescita. La squadra di Spugna, dopo la battuta d’arresto contro il Milan, è riuscita a ritrovare, non senza fatica, la vittoria, battendo per 1-0 il Napoli. Questa vittoria rappresenta, per il tecnico delle toscane, un altro segnale di maturità importantissimo. La squadra ha infatti dimostrato di essere molto forte anche dal punto di vista mentale, riuscendo a tornare subito alla vittoria dopo una sconfitta che poteva demoralizzarla dal punto di vista psicologico. Con la sosta per gli impegni delle nazionali, la classifica dice Empoli al quarto posto solitario con 12 punti, a 4 punti dal Sassuolo e a 6 dalla Juve capolista.

La partita dell’Empoli contro il Napoli

La partita contro il Napoli nascondeva molte insidie. La squadra di Spugna, come detto, era reduce dalla pesante sconfitta casalinga contro il Milan, e la partita contro il Napoli, ancora ultimo in classifica e alla disperata ricerca di punti, imponeva un pronto riscatto. Alla fine la vittoria è arrivata, anche se è stato più difficile del previsto. Nel primo tempo la partita è stata bloccata, e a rendersi pericoloso in un paio di occasioni è stato tra l’altro il Napoli.

Il secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo, con l’Empoli che fatica a trovare spazi e con il Napoli molto aggressivo, fino all’episodio che cambia la partita. Al minuto 57 infatti arriva l’espulsione, per doppia ammonizione, di Cafferata, per un fallo a centrocampo su una ripartenza dell’Empoli. Da qui la partita cambia, con l’Empoli che alza ulteriormente il proprio baricentro e il Napoli chiuso a difesa del pareggio. Dopo un’occasione clamorosa sprecata da Cinotti, che spara alto sopra la traversa a pochi passi dalla porta di Perez, e un’altra altrettanto importante capitata al Napoli in contropiede con un tiro a lato di Biel, arriva per le partenopee la doccia fredda. Al minuto 84, gravissimo errore di Jansen che non riesce a spazzare via una palla arrivata in area di rigore, con Prugna che si avventa sul pallone e serve perfettamente Cinotti che in area di rigore, davanti a Perez, non sbaglia. A pochi minuti dal termine della partita e con un uomo in meno, il Napoli non riesce a reagire, incassando alla fine l’ennesima sconfitta.

Tre punti pesantissimi

Per l’Empoli si tratta di una vittoria fondamentale. La squadra, nonostante la giovanissima età di molte delle sue componenti, è riuscita a reggere la pressione derivante dal dover vincere a tutti i costi, ed è riuscita a portare a casa i 3 punti al termine di una partita molto complicata e combattuta, dimostrando di saper portare a casa il risultato anche quando il bel gioco tanto caro a Spugna viene a mancare. Proprio riguardo al gioco, se vogliamo, le poche note negative. Il reparto offensivo della squadra, nelle ultime due partite con Milan e Napoli, ha infatti prodotto molto meno del solito, ed è arrivato un solo gol, dovuto ad un grave errore in disimpegno della difesa avversaria e con il Napoli in dieci.

Anche partite come questa però potranno essere di fondamentale importanza nel percorso di crescita della squadra, e questa vittoria, con l’arrivo della sosta che potrà servire alla squadra per ricaricarsi mentalmente, serve a mantenere intatto l’entusiasmo all’interno del gruppo. La classifica vede ora le toscane al quarto posto solitario con 12 punti, a tre punti dal Milan terzo e a quattro dal secondo posto del Sassuolo, e il prossimo impegno in casa della Florentia può essere un’altra occasione per confermarsi ai piani alti della classifica. La squadra di Spugna vuole continuare a sognare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA