Addio a Ennio Morricone, icona italiana della storia del Cinema, ma non solo. Diventato famoso per la sua collaborazione spaghetti-western con Sergio Leone, riconosciuto anche all’estero come re delle colonne sonore, sono molti gli artisti che si sono ispirati a lui e gli hanno reso omaggio anche nell’industria musicale.

È infatti nel settore musicale che Morricone inizia la sua scalata al successo, contribuendo a formare quelle che sarebbero state le inconfondibili sonorità della musica nostrana anni Sessanta. Diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia come trombettista, inizia la sua carriera suonando in alcune orchestre romane e lavorando come arrangiatore a stretto contatto con Vincenzo Micocci della casa discografica RCA Italiana. Dal 1962 mette la sua firma su alcuni dei brani tutt’ora più celebri della storia della musica italiana: Pinne fucile ed occhiali e Guarda come dondolo, Abbronzatissima, Hully Gully in 10 e Sul cucuzzolo di Edoardo Vianello. Arrangia Sapore di Sale di Gino Paoli e compone le musiche di uno dei più famosi successi di Mina, Se telefonando.

Maestro Ennio Morricone - Photo Credits: web
Maestro Ennio Morricone – Photo Credits: web

Ammirazione e riconoscimenti internazionali

Grazie alla sua stretta collaborazione con il regista Sergio Leone, compone le colonne sonore che lo avrebbero portato ad essere conosciuto ed apprezzato anche all’estero. Nel 1994 è il primo compositore estero a ricevere il Premio alla Carriera dall’americana Society for Preservation of Film Music e nel 2010 è il primo italiano a ricevere il Polar Music Prize presso l’Accademia Reale Svedese di Musica.

Le coinvolgenti composizioni e gli arrangiamenti trasportano la nostra esistenza su un altro piano, rendendo il quotidiano simile alle scene di un film. […] Ha creato un nuovo tipo di musica che per mezzo secolo ha dettato lo stile della musica da film, ma che ha anche influenzato e ispirato un gran numero di musicisti nell’ambito del pop, del rock e della musica classica.

Due anni dopo Ennio Morricone vince a Roma nella sezione Musica il Premio Aquila d’Oroper aver saputo coniugare e diffondere due particolari linguaggi, quello della musica e quello del cinema“.

Ennio Morricone, premio Oscar - Photo Credits: web
Ennio Morricone, premio Oscar – Photo Credits: web

Ennio Morricone nella musica contemporanea

Le sue composizioni e i suoi arrangiamenti hanno influenzato numerosi artisti, viaggiando sulle note musicali di diversi generi. I Ramons hanno usato la colonna sonora de Il buono, il brutto e il cattivo per aprire i loro concerti. Nel 1983 anche i Metallica inseriscono L’estasi dell’oro (sempre da Il buono, il brutto e il cattivo) come opening per il loro Kill ‘Em All Tour. Nel 2006 i Muse citano Man With a Harmonica (da C’era una volta il West) nell’intro per il loro brano Knights of Cydonia. Anche gli U2 si ispirano a lui per Magnificent dell’album No Line on the Horizon.

Diversi sono stati i suoi contributi anche in ambito musicale classico. Nell’estate del 2006 Morricone ripropone in tournée le sue più amate colonne sonore come direttore dell’Orchestra filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. Qualche anno dopo, in occasione del primo maggio e del centocinquantesimo anno dell’Unità d’Italia, dirige l’Orchestra Roma Sinfonietta e il Coro Lirico Sinfonico Romano in Elegia per l’Italia. Il concerto da lui composto prevede l’unione delle opere musicali che accompagnarono il risorgimento italiano, tra cui Va, pensiero tratto dall’opera lirica Nabucco di Verdi e l’inno nazionale di Mameli.

Ennio Morricone, direttore d'Orchestra - Photo Credits: web
Ennio Morricone, direttore d’Orchestra – Photo Credits: web

We All Love Ennio Morricone

In occasione del suo Premio Oscar alla Carriera, consegnatogli nel 2007 da Clint Eastwood, la Sony Music ha voluto celebrare l’artista pubblicando un album-tributo, We All Love Ennio Morricone, di cui furono 120mila le copie vendute solamente in Italia. Noti musicisti della scena internazionale, ammiratori di Morricone, vollero celebrarlo riproponendo ed interpretando alcuni tra i suoi maggiori successi. Céline Dion registrò la traccia cantata I Knew I Loved You sulle note di Deborah’s Theme (da C’era una volta in America). Bruce Springsteen vinse un Grammy Award alla migliore interpretazione rock per C’era una volta il West, superando la nomination dei Metallica per la loro cover metal di L’Estasi dell’oro. Anche Andrea Bocelli partecipò, donando la sua voce a Conradiana. Roger Waters interpretò Lost Boys Calling (da La leggenda del pianista sull’oceano) con la partecipazione di Eddie Van Halen per il solo di chitarra finale.

Dopo una brillante carriera che ha lasciato il segno nella storia del Cinema e della Musica italiane ed internazionale, il Maestro Ennio Morricone abbandona il palcoscenico a 91 anni, e tutti noi lo salutiamo con il celeberrimo fischio de Per un pugno di dollari.

Continua a seguirci su Metropolitan Magazine e resta in contatto con noi su Facebook, Instagram e Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA