Musica

Enya, icona delle atmosfere e della new age

Stile inconfondibile quello di Enya, con la sua delicatezza, capace di trasformare un’atmosfera cupa in una radiosa e racchiudere mondi plurimi nel suo divino canto. Un evanescente folk irlandese, che grazie al multivocals crea vere e proprie epifanie.

Enya nasce il 17 maggio del 1961, ed il suo vero nome è Eithne Pádraigín Ní Bhraonáin. Nata a Gaoth Dobhair, nella provincia dell’Ulster. Dietro le sue splendide composizioni c’è un trio, che crea, suona e canta nonché il produttore Ricky Ryan.

Il successo

Enya ha venduto più di 80 milioni di album ed è la cantante solista irlandese ad aver riscosso più successo nel mondo. Molto riservata nella vita privata, ha deciso di non fare tour. Tra i riconoscimenti ricevuti spiccano quattro Grammy Awards, sei World Music Awards, due lauree honoris causa e una nomination al Premio Oscar e al Golden Globe. Fonde in maniera unica la musica tradizionale irlandese con la musica classica o addirittura la musica pop.

Il suo primo gruppo furono i “The Clannad”, una band di musica irlandese con richiami al jazz, in cui Eithne sarebbe entrata come vocalist e tastierista nel 1980. Ma è con l’album solista Enya che scala le classifiche nel 1987 e con Watermark nell’88. Tre anni dopo il successo viene ripetuto da Shepherd Moons, Caribbean Blue conquista la critica e nel 1992 la cantante irlandese vince il Grammy come “Miglior Album New Age”. Nel 2000 esce “A Day Without Rain”, anche questo vincitore di Grammy per la categoria New Age.

La moltitudine di lingue e di stili di Enya

Nel 2001 Enya pubblica un altro grande successo: May It Be, che incide per la colonna sonora del film di Peter Jackson, Il Signore degli Anelli. Riceve una prestigiosa nomination all’Oscar.Il sesto album in studio è Amarantine, un’importante fase sperimentativa della musica della cantante, tanto da contenere canzoni in lingua Loxian. A novembre 2008 le vendite dei precedenti lavori discografici della cantante hanno superato le 70 milioni di copie e viene pubblicato in tutto il mondo l’album And Winter Came…, incentrato sul tema invernale e natalizio.

L’ottavo album in studio della cantante, che si intitolerà Dark Sky Island, titolo ispirato all’isola di Sark, primo luogo al mondo designato come dark sky area, un luogo dove grazie al limitato uso di luce elettrica è possibile vedere perfettamente il cielo stellato e, in alcuni casi, la Via Lattea. L’album comprende brani in latino, in inglese e in loxian, linguaggio creato da Roma Ryan, paroliera del gruppo, nel 2005, ispirato dai linguaggi tolkeniani.

Seguici su :

Metropolitan Music

Instagram

Twitter

Back to top button