Euphoria – La Ghenos Games (che ringraziamo per la copia del gioco) riporta in auge un titolo di piazzamento lavoratori, tramite dadi, della Stonemaier Games da 2 a 6 giocatori, della durata di circa di 60 minuti. Jamey Stegmaier e Alan Stone ne sono gli autori, mentre è illustrato da Jacqui Davis.

euphoria
Tabellone di gioco – Photocredit: Emanuele Iuliano

Reduce da un kickstarter di diversi anni fa, anche in questa versione troveremo materiali di ottima fattura. La Ghenos lo distribuisce con l’inseparabile espansione “Ignorance is bliss” che aggiunge altri materiali di gioco e qualche piccola correzione al regolamento base.

Euphoria – Ambientazione & Ispirazione

Eri giovane quando scopristi la verità sul mondo. Avevi sempre pensato alla tua società come un’utopia—la parola “distopia” non la conoscevi nemmeno. Né era nel tuo dizionario. Quando hai appreso la verità hai dovuto fare una scelta: scappare, oppure restare per lasciare il tuo segno nel mondo. Hai scelto di restare. Questo accadde anni fa. Ora ti chiedi se hai fatto la scelta giusta. Ma sei andato troppo avanti per guardarti indietro. Sei sul punto di fare qualcosa di grande, strappare il controllo dalle mani dei tuoi oppressori. Ti sei procurato due lavoratori, e ne puoi trovare altri. Grazie alla tua lealtà verso varie fazioni hai reclutato degli esperti per aiutarti nel tuo grande piano. Stai per fare il prossimo passo. Cosa sei disposto a sacrificare del presente per rendere il futuro migliore del passato? estratto dal regolamento.

Ci troviamo, quindi, in una situazione opposta alla classica Utopia. L’intero mondo è stato decimato ed Euphoria è ciò che ne resta. Il nostro compito sarà quello di portare e mantenere l’equilibrio tra le fazioni tramite una società prosperosa. Il popolo, però, dovrà restare al suo posto; non deve acquisire troppa conoscenza o potrebbe rendersi conto di stare interpretando dei semplici dadi sulla nostra plancia di gioco.

L’ignoranza è una benedizione – Contenuto: con cosa giochiamo

Come anticipato, questo titolo è anche reduce da una campagna di crowfunding che, almeno il più delle volte, è sinonimo di ottime componenti.
Troveremo all’interno della scatola rettangolare, tantissimi segnalini colorati dalle più svariate forme come arance, saette e nuvole. Sono veramente una gioia per gli occhi!

euphoria
Carte dilemma etico e specialista con segnalino autorità – Photocredit: Emanuele Iuliano

Ecco il contenuto:
48 carte diverse carte Specialista, 36 carte Manufatto (6 per ogni tipo), 6 carte Dilemma Etico/Riassuntive, 1 Plancia di Gioco, 24 dadi Lavoratore (4 per ogni colore: verde, blu, rosso, bianco, nero, viola), 60 segnalini Autorità (stelle) in 6 differenti colori (10 per ogni colore: verde, blu, rosso, bianco, nero, viola), 6 segnalini Morale (cuore), 6 segnalini Conoscenza (testa), 45 segnalini Risorse di 3 colori diversi (15 per ogni colore: oro, marrone, grigio), 72 segnalini Materie Prime (18 per ogni colore: giallo, blu, arancio, verde), 4 segnalini Progresso (rosa), 3 segnalini Minatore (rosa), 16 segnalini Territorio non Disponibile, 18 diverse tessere Mercato (quadrato), 6 Moltiplicatori, 8 segnalini Bonus Lealtà (rotondi), 3 segnalini Spazio Azione non Disponibile, Regolamento in italiano.

Euphoria – Come si gioca

Una partita ad Euphoria non ha una durata definibile in round o anche in tempo, se vogliamo dirla tutta. Il gioco termina nel momento in cui un giocatore ha piazzato il suo decimo ed ultimo segnalino autorità. Ma andiamo per gradi.

Ogni giocatore comincia con due lavoratori a propria disposizione (potrà averne al massimo 4). Questi lavoratori sono in realtà dadi a sei facce. Ogniqualvolta verranno recuperati in qualsiasi modo, andranno rilanciati. Il loro valore è chiamato “conoscenza” e la somma di questa per tutti i dadi non dovrà mai eguagliare o superare il numero 16, pena la perdita di un lavoratore.
Ad ogni turno, un giocatore potrà svolgere una tra queste tre azioni: posizionare uno o più lavoratori dello stesso valore, recuperare uno o più lavoratori, risolvere una carta dilemma etico. Quest’ultima, una volta raccolte le risorse necessarie, consente di piazzare un segnalino autorità o pescare una carta specialista.

euphoria
Componenti ricche e ben fatte – Photocredit: Emanuele Iuliano

Il tabellone di Euphoria si presenta come suddiviso in 4 aree: la città di Euphoria che produce energia, le Wasteland al di fuori delle mura che producono cibo, la zona sotterranea di Subterra che produce acqua, il misterioso gruppo di Icarus nel cielo che produce gioia.
Ognuna di queste quattro aree ha, pressapoco, gli stessi spazi azione su cui piazzare i propri dadi.

Spazi azione

Partiamo con le classiche zone merci che concedono le risorse base. Questo sarà l’unico caso in cui conta il valore del dado posizionato, poiché in base alla somma di tutti quelli presenti, si potranno ottenere determinate quantità e tipologie di risorse in base alla regione che si sta visitando.
Vi sono poi le cisterne per l’attivazione dei lavoratori, tramite le quali sarà possibile ottenere altri dadi lavoratori e recuperare morale o perdere conoscenza (utile per non raggiungere il limite di 16).
I tracciati della lealtà consentono ai giocatori che possiedono specialisti attivi, di ottenere bonus appartenenti a quella fazione. Si avanzerà su questi tracciati tramite benefici di altri spazi azione.
I tunnel sono dei percorsi che porteranno all’ottenimento di molte risorse tramite lo sblocco di uno spazio azione ma, soltanto, per chi possiede specialisti di quel gruppo.


I cantieri serviranno a costruire, poi, i mercati. I giocatori che contribuiscono alla costruzione di questi, potranno piazzare un segnalino autorità. diventa, quindi, uno spazio molto importante.
I mercati ed i mercati di artefatti consentono, tramite il pagamento di molte risorse e diverse in base al tipo di mercato, di posizionare segnalini autorità su di un territorio o sul mercato stesso.

Specialisti e fine del gioco

Le carte specialista sono fondamentali ai fini della vittoria.
Innanzitutto, vi doneranno delle abilità peculiari che porteranno a definire una propria strategia. Inoltre, una volta raggiunto l’ultimo bonus sul tracciato lealtà della fazione appartenente ad un vostro specialista, potrete piazzare sulla stessa carta un’autorità.

Come anticipato, la fine del gioco è definita dal piazzamento dell’ultimo segnalino autorità da parte di un giocatore. Egli sarà anche il vincitore della partita, a meno che non ci sia un possibile pareggio. A quel punto bisogna visionare i criteri di spareggio presenti sul regolamento.

Euphoria – Titoli di coda

Sicuramente non sarà un titolo nuovissimo agli occhi dei boardgamers più informati, però Euphoria è sbarcato in Italia nell’ultimo periodo soprattutto grazie alla Ghenos Games.
A livello estetico, a parte la plancia che potrebbe indurre in confusione, resta veramente un bel gioiellino. Per non parlare dei materiali superbi e numerosissimi. Avere tra le mani quelle piccole arance e nuvolette verdi in legno è una gioia.

A livello di meccaniche è piuttosto semplice. Parliamo pur sempre di un piazzamento dadi/lavoratori. Di per sé è comunque un titolo abbastanza stretto e molto strategico. Nonostante vi siano quasi le stesse zone per ogni area del tabellone, ci sono tante risorse diverse da gestire. In aggiunta, sono presenti anche delle carte manufatto utilizzabili sempre come risorse.
Bisogna restare continuamente attenti o si potrebbe perdere di vista la linea di gioco.

Ho apprezzato l’idea che non c’è un vero e proprio giocatore di turno, poiché il primo giocatore va perdendosi subito dopo il primo round tra posizionamento e recupero dadi.
Molto curiosa l’idea di utilizzare dadi a sei facce, senza sfruttare a pieno il valore delle stesse se non su un solo spazio azione.

La Ghenos distribuisce il gioco solo insieme all’espansione. Questa è necessaria poiché corregge due o tre postille sul regolamento del gioco base. Inoltre nella scatola base è presente il preziosissimo GameTrayz che permette di mantenere il tutto super ordinato. Una vera perla necessaria per chi è maniaco del controllo come il sottoscritto!
Inoltre, “Ignorance is Bliss“, aggiunge una plancia “Nuovo Bazar di Antiquariato” per le carte manufatto; nuove carte specialista e nuove tessere mercato; segnalini materie prime grandi in legno utilizzabili come moltiplicatori; componenti Automa e regole per il gioco in solitaria e per partite a 2 giocatori come se fossero a 4 giocatori.

Costruisci una distopia migliore. L’ignoranza è una benedizione. Sicuri di star parlando di un gioco?

Have a good game!

Seguici su:




© RIPRODUZIONE RISERVATA