Calcio

Euro 2020, Croazia-Repubblica Ceca 1-1: Perisic risponde a Schick

Adv

Due fiammate ed un punto a testa in Croazia-Repubblica Ceca. Le due squadre si spartiscono un goal per tempo, con i cechi in vantaggio con Schick (su calcio di rigore) ripresi da un grande goal di Perisic. I balcanici salgono a quota un punto, mentre Silhavy conserva l’imbattibilità toccando quota quattro nel girone.

Croazia-Repubblica Ceca, primo tempo: uno Schick insanguinato porta avanti i suoi

L’inizio del primo tempo è a forti tinte ceche: la compagine di Silhavy è più convinta nell’offendere i ragazzi di Dalic. Al 3′ prova immediatamente a spaventate i più quotati avversari: Coufal calcia dal limite da posizione centrale ma il tentativo è murato prontamente da Vida. Al 21′ la Croazia sfiora la rete in modo rocambolesco: il portiere Vaclik riceve un retropassaggio leggermente corto sul quale s’avventa Rebic, l’estremo difensore rinvia contro il corpo del milanista e, per poco, la carambola non entra in rete. Due minuti dopo è Perisic a ricevere il pallone, l’attaccante esterno dell’Inter stoppa il pallone e si gira fulmineamente, ma il tentativo muore tra le braccia del portiere avversario.

Al 33′ svolta della partita: gomitata aerea di Lovren a Schick che cade a terra con il sangue che fuoriesce dal naso, il Var richiama l’arbitro che, dopo aver rivisto le immagini, assegna il rigore alla Repubblica Ceca. È lo stesso calciatore del Bayer Leverkusen che si presenta sul dischetto, ancora sanguinante, e realizza la rete del vantaggio. Immediata la reazione della Croazia che al 39′ sfiora il pareggio con il solito Rebic che, dopo essere stato lanciato a rete sul centro sinistra dell’area, non inquadra lo specchio della porta.

La ripresa: solo la fiammata di Perisic

Pronti, via e la Croazia irrompe, vittoriosamente, nell’area avversaria: i balcanici battono rapidamente una punizione che mette in movimento Perisic, l’interista riceve sulla sinistra, si accentra e scarica un tiro violento sul secondo palo che regala il punto del pareggio ai suoi. Al 52′ ci prova Soucek dai 25 metri con un destro affilato che si spegne di poco a lato di Livakovic. Al 72′ è Vlasic ad andare vicino al vantaggio: entrato da poco, il calciatore di Dalic si gira fulmineamente in area, il tentativo fischia alto sopra la traversa perdendosi, di poco, fuori. Al 88′ buon lavoro con il pallone di Perisic che serve in area Petkovic, l’attaccante si gira rapidamente ma il tentativo è chiuso in angolo dalla retroguardia ceca.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button