Calcio

Euro 2020, Finlandia-Russia 0-1: basta una magia di Miranchuk

Adv

Dopo la vittoria all’esordio contro la Danimarca, la Finlandia viene sconfitta 1-0 dalla Russia padrona di casa. La compagine finnica è punita dalla magia del calciatore atalantino Miranchuk che ha disegnato, nel recupero del primo tempo, un perfetto arcobaleno che ha recapitato il pallone all’incrocio dei pali. I russi, in una sfida molto sentita per i vecchi attriti politici delle due Nazioni, agganciano a quota 3 punti proprio la Finlandia nel Gruppo B. Ecco cosa è successo in Finlandia-Russia.

Finlandia-Russia, primo tempo: lampo di Miranchuk nel recupero

È certamente una delle partite più sentite di questo Europeo. Finalndia-Russia, infatti, non sono state avversarie soltanto su un campo di calcio, ma le divergenze politiche tra i due Paesi confinanti sono sfociate anche in diatribe e nella famosa guerra d’inverno iniziata nel 1939 e terminata nel 1940. Queste frizioni, nel tempo, sono rimaste vivide nonostante i ricambi generazionali. Questa volta, però, sarà soltanto una battaglia sportiva. Le più belle da vedere. A San Pietroburgo, sede della partita, partono bene i padroni di casa, ma sono gli ospiti a segnare dopo 3′ di gioco: Pohjanpalo stacca di testa facendo esplodere i tifosi finnici. La gioia, però, viene interrotta immediatamente dal Var che rivela, prontamente, la posizione di fuorigioco del numero venti dei bianchi.

La Russia assorbe lo spavento e prende progressivamente il centro del ring andando vicinissima al vantaggio con Dzyuba, idolo della folla: l’attaccante coglie il palo ma, anche lui, viene pizzicato in offside. Al 21′ è ancora Pohjanpalo a rendersi pericoloso con un destro prontamente murato dal muro rosso. Al 37′ padroni di casa pericolisi: Uronen salva un gol praticamente fatto sbarrando la strada in scivolata a Karavaev che era pronto a metterla dentro realizzando il più facile dei tap-in. Nel secondo minuto (dei sei) di recupero, la Russia sblocca il risultato con una magia di Miranchuk, calciatore dell’Atalanta: uno-due con Dzyuba e palla messa sotto all’incrocio dei pali.

Il secondo tempo: succede davvero poco, vince la Russia

La ripresa si apre, immediatamente, con un’occasione per la Finlandia: Pukki, lanciato a rete, non riesce a calciare bene per il disturbo di Diveev che si conferma decisivo. Al 66′ pronta risposta della Russia con il neo entrato Zhemaletdinov che calcia un pallone affilatissimo che si spegne fuori sfiorando il palo. Ancora i padroni di casa vicinissimi al doppio vantaggio con Kuzyaev: al 72′ errore difensivo finnico che spalanca il contropiede russo, il calciatore di Cherchesov calcia bene a giro trovando il miracoloso intervento, a mano aperta, di Hradecky. Nel recupero è il difensore Arajuuri ad andare vicino al goal dagli sviluppi di calcio piazzato, ma il colpo di testa dell’alto centrale finnico è alto. Non succede più nulla, con la Russia che controlla bene gli ultimi minuti di gioco regalandosi la prima vittoria ad Euro 2020.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button