Calcio

Europei Femminili al via: guida e presentazione del torneo continentale

Primo fischio d’inizio fissato per le 21 italiane e si parte. Gil Europei femminili sono pronti a prendere il via e dare il benvenuto alla loro tredicesima edizione. A dare il la ai giochi sarà l’Inghilterra padrona di casa che ospiterà l’Austria nel palcoscenico dell’Old Trafford di Manchester. Un’edizione tutta da seguire che avrà tra le sue protagoniste anche l’Italia in crescita costante negli ultimi anni. Andiamo dunque a scoprire tutte le partecipanti e come è strutturato il torneo.

Europei femminili di calcio al via: i gironi

Europei Femminili
Europei Femminili di calcio. Crediti foto: UEFA Women’s Euro | Twitter

Le squadre partecipanti sono in tutto 16 e saranno inizialmente divise in quattro gironi composti da altrettante squadre. Dopo aver terminato gli scontri dei rispettivi raggruppamenti, le prime due selezioni di ogni gruppo si impegneranno poi nella fase ad eliminazione diretta che dunque prevede al massimo tre ulteriori incontri. Si tratterebbe infatti di quarti di finale, semifinali e finale. Il torneo si disputa in Inghilterra e vedrà il coinvolgimento di ben 10 impianti, tra cui Wembley e l’Old Trafford.

Nel primo gruppo ci saranno come protagoniste l’Inghilterra padrona di casa, l’Austria, la Norvegia e infine l’Irlanda del Nord. Si prosegue con il gruppo B composto da Germania, Danimarca, Spagna e Finlandia. Girone C invece affidato a Paesi Bassi, Svezia, Portogallo e Svizzera; infine si chiude con il girone D, quello in cui sarà protagonista l’Italia insieme alla Francia, al Belgio e all’Islanda.

Candidate al titolo

I Paesi Bassi proveranno a difendere il titolo conquistato sul loro terreno nell’ormai lontano 2017, quando si imposero nettamente sugli avversari, soprattutto nella fase ad eliminazione diretta. L’unica novità, che giunge così alla sua prima partecipazione al torneo, è l‘Irlanda del Nord che proverà a lasciare il segno. Al posto del Portogallo invece ci sarebbe dovuta essere la Russia, che però è stata esclusa a seguito della guerra in Ucraina.

Tornando alle candidate al titolo di questi Europei Femminili, non può mancare l’Inghilterra padrona di casa. D’altro canto bisogna dire che la squadra britannica finora non è mai riuscita a vincere il torneo, collezionando due secondi posti di cui uno nel 1984 e uno nel 2009. Habituè dei trionfi è invece la Germania, che fin qui è stata capace di alzare la coppa al cielo per ben 8 volte, di cui l’ultima nel 2013. Attenzione però anche a Norvegia e Svezia, anche loro già vittoriose in passato. Infine, l’Italia può tranquillamente dire la sua all’interno della competizione e provare a rendere concreto quello che sarebbe di certo un risultato straordinario.

Dove seguire gli Europei Femminili

Tutte le gare dell’Europeo femminile saranno trasmesse integralmente sia da Sky che dalla Rai: entrambe le emittenti hanno infatti acquistato tutti i diritti. Per quanto riguarda i canali, nello specifico la maggior parte delle sfide sarà affidata a Rai Sport, con qualche eccezione su Rai 1, e invece Sky Sport 1 e Sky Sport Football per quanto concerne la pay tv.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv

Related Articles

Back to top button