Formula 1

F1, freni Mercedes: interviene la FIA

F1 freni Mercedes – A cinque giorni dal via del Gran Premio d’Australia, il primo del calendario di F1, la FIA interviene sulla questione dei freni della W11. Dopo la richiesta di chiarimenti da parte del team Red Bull la Federazione risponde emanando una direttiva.

f1 freni mercedes
Christian Horner – Photo Credit: Red Bull F1 Official Facebook Account

F1 freni Mercedes – Red Bull contro Mercedes

Dopo il caso sulla Ferrari-FIA la Red Bull torna all’attacco, questa volta denunciando la rivale Mercedes. La scuderia di Milton Keynes chiede alla Federazione dei chiarimenti riguardanti le prese d’aria dei freni posteriori di alcune monoposto, tra queste la W11 e probabilmente la RP20. Per il team di Horner queste prese d’aria non rispetterebbero le norme del regolamento in vigore attualmente. Secondo gli ingegneri tale soluzione permetterebbe ad una quantità maggiore di aria di arrivare su freni e cerchioni; questa azione comporterebbe dunque un maggiore raffreddamento degli pneumatici, andando a migliorare la gestione delle gomme.

La FIA prende in carico la richiesta della Red Bull e in risposta emana la direttiva TD 014/20; con essa la Federazione annuncia che le prese d’aria nella zona proibita, rettangolo compreso tra la pista e 16 cm sopra il centro ruota, sono vietate. In aggiunta alla direttiva viene inoltrata ai team anche una lettera da parte di Nicholas Tombazis, direttore tecnico della FIA, che esprime la sua opinione sulla norma da lui definita non perfetta; l’articolo 11.5, infatti, stabilisce che tutte le parti del supporto della ruota sopra alla zona proibita svolgono funzioni strutturali, dunque le prese d’aria non sono consentite. Tomabzis invita però tutti i team a non contraddire quello che viene definito come spirito della norma e del regolamento.

SEGUICI SU :

Articolo a cura di Chiara Zambelli

Back to top button