F2, Théo Pourchaire promosso da ART Grand Prix

La F2 avrà ufficialmente Théo Pourchaire tra i suoi protagonisti grazie all’ART Grand Prix, squadra che gli ha offerto un sedile dopo un’ottima stagione nella F3 2020. Diventa così il primo pilota annunciato dal team transalpino per il 2021, in attesa di prossime notizie. Pilota di grandissimo talento, Pourchaire dovrà sicuramente adattarsi alla nuova tipologia di vetture prima di poter esprimere al meglio la sua abilità di guida. Ma l’attesa potrebbe portare a sorprese inaspettate.

F2 Pourchaire ART, la carriera del giovane francese

Vincitore in molti campionati francesi di kart, Théo Pourchaire debutta nelle vetture a ruote scoperte nel 2018, dominando la stagione di Formula 4 nazionale e chiudendo l’annata a quota 408,5 punti. L’anno seguente Pourchaire si sposta nella F4 tedesca, vincendo la categoria grazie soprattutto alle 6 pole position ottenute, utilissime nel terminare al primo posto per ben quattro volte. Con il 2020 appena concluso però Théo dimostra di maturare ad una velocità sorprendente. Basti ricordare la bellissima lotta sviluppatasi tra lui, Oscar Piastri e Logan Sargeant in Formula 3, con i tre che a fine campionato saranno racchiusi in soli quattro punti. Rispetto a Piastri, trionfatore di categoria, e Sargeant, per il francese i ritiri saranno pari a zero.

F2 Pourchaire ART
Pourchaire festeggia con il team la vittoria della Feature Race di F3 a Budapest 2020 – Photo Credit: ART Grand Prix Twitter

Ciò dimostra che Théo Pourchaire non è solamente un pilota veloce, ma anche abile nel gestire le varie fasi della corsa. Questa è una dote molto utile per un pilota, considerando che un piazzamento a punti vale più di mille grandi lotte finite con un incidente. Infatti qualora Pourchaire dovesse trovarsi a battagliare con un pilota alla pari, saper riconoscere il momento in cui tirare i remi in barca potrebbe fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Pur nella sua giovane età quindi Théo sembra possedere quelle doti naturali per diventare un top driver. Del resto ottenere due vittorie e sei podi alla sua prima stagione in F3 non è cosa di poco conto, anzi.

Spazio alle dichiarazioni

Qui di seguito trovate le parole di Théo Pourchaire e di Sébastien Philippe, Team Principal dell’ART Grand Prix.

“Sono molto felice di poter continuare con ART Grand Prix. Questa squadra mi ha dato la possibilità di guidare in F3 l’anno scorso e ora mi accompagna in Formula 2, alle porte della F1. Quest’anno il mio obiettivo non cambia, continuo a puntare al massimo. Vorrei ringraziare la Academy Sauber, la ART Grand Prix, i miei sponsor e la mia famiglia. Mi sento perfettamente pronto per questa nuova stagione. Probabilmente quest’anno sarò il pilota più giovane nel campionato di F2, quindi il primo step sarà quello di acquisire quanta più esperienza possibile e di progredire nel corso della stagione”. Théo Pourchaire

“I progressi di Theo sono stati notevoli dal suo debutto negli sport motoristici. Campione di F4 nel 2019, ha concluso la scorsa stagione come secondo classificato in F3. Al di là del risultato finale, ha impressionato la squadra per il suo netto miglioramento in un contesto delicato e in un ambiente estremamente competitivo. Non aveva nulla da guadagnare rimanendo in Formula 3, e il suo passaggio in F2 è il logico passo successivo della nostra collaborazione. Il salto è alto, ma con il suo talento, la sua determinazione e la sua sete di apprendimento sono sicuro che potrà rendere questo passaggio un successo “. Sébastien Philippe

SEGUICI SU:

📸 INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
📹 YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
🎙 SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
📱 PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
📰 NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Giacomo Lago

© RIPRODUZIONE RISERVATA