Motomondiale

Fabio Quartararo, la terra sotto alle gomme comincia a tremare?

Non è un momento molto fortunato per Fabio Quartararo, campione in carica della MotoGP ed attuale leader della classifica piloti. Il vantaggio del francese di Yamaha si è fortemente assottigliato nell’ultimo periodo, con gli inseguitori (Francesco Bagnaia e Aleix Espargarò) racchiusi in soli diciassette punti di distacco dal Galletto. Il periodo di crisi si è fortemente manifestato anche nell’ultimo appuntamento del Motomondiale: ad Aragon, infatti, il transalpino è uscito dai giochi immediatamente per uno scontro con Marc Marquez. Come se non bastasse, durante l’incidente la sua tuta si è aperta e l’impatto con l’asfalto ha lasciato grandi abrasioni sul torace del centauro. Una sorta di maledizione che il pilota spera di spezzare in Giappone.

Le dichiarazioni di Fabio Quartararo

Ecco le parole in conferenza stampa dell’attuale leader della classica piloti e campione del mondo del Motomondiale dello scorso anno:

Oggi per la prima volta sono tornato ad allenarmi, sto bene, le abrasioni mi fanno male, ma non credo sarà un problema in moto. Nella prima sessione lo sentirò, ma non sarà un problema alla guida. Riusciamo ad essere competitivi in tutte le gare. Purtroppo la mia gara ad Aragon è finita presto, ma come passo non esiste una gara nella quale non siamo veloci. Motegi è un tracciato buono per noi, sono stato forte in passato qui. Nel 2019 l’aderenza era ottima qui, non credo quindi che ci siano motivi per temere una gara bagnata. Preferisco l’asciutto, ma eventualmente la pioggia non sarebbe un problema. l distacco ridotto da Bagnaia? Cosa posso farci? Io, Pecco e Aleix siamo racchiusi in 17 punti. Tutti noi, compreso Bastianini, vorremmo vincere il Mondiale, quindi spingiamo al massimo. Questo credo sia un bene“.

(Photo credits: Monster Energy Yamaha MotoGP)

Seguici su Google News

Back to top button