Motomondiale

Fabio Quartararo, tragedia sfiorata in MotoGP: ecco cos’è successo

Il pilota francese, leader dell’attuale classifica piloti della MotoGP e campione del mondo in carica su Yamaha, Fabio Quartararo è stato protagonista di un brutto incidente durante l’ultimo gran premio svoltosi ad Aragon, in Spagna: l’imprevisto, fortunatamente, non ha causato alcun danno di grave entità. Il transalpino, però, se l’è vista davvero brutta quando qualcosa non ha funzionato come avrebbe dovuto. Ecco cosa è successo in pista in quegli attimi concitati che hanno segnato l’inizio dell’ultimo Gran Premio di Aragona.

La dinamica dell’incidente di Fabio Quartararo

MOTOGP Fabio Quartararo
(Photo credits: MotoGP)

Al primo giro del Gran Premio spagnolo, Fabio Quartararo è caduto a seguito di un contatto con un altro pilota (Marc Marquez, ndr) ed un dettaglio, evidente fin da subito, ha tenuto tutti i tifosi con il fiato sospeso. In molti hanno notato, infatti, la tuta aperta sul torace dopo la caduta in curva 3. Il pilota fortunatamente non ha riscontrato danni, i meccanismi di sicurezza della tuta hanno funzionato tutti a dovere, o quasi, poiché una parte dell’indumento ha ceduto incredibilmente e solo il fato ha fatto sì che non ci siano state conseguenze gravi.

A questo proposito è stata interpellata l’azienda Alpinestars, produttore delle tute super I-tech in dotazione ai piloti in MotoGP. La risposta della casa produttrice è arrivata dopo alcuni giorni in cui la tuta del pilota è stata analizzata nel dettaglio insieme ai video dell’incidente.

I dettagli forniti da Alpinestars

Tra le informazioni emerse dalle analisi effettuate dall’azienda, l’air-bag interno ha funzionato bene aprendosi prima dell’impatto a terra, anche le cuciture della cerniera non hanno ceduto minimamente, quello che è stato determinante all’apertura della tuta è stato invece l’impatto secondario avuto con la ruota anteriore della sua moto ed il torace del pilota, la tenuta è stata sollecitata oltre qualsiasi livello mai registrato precedentemente.

L’epilogo, dunque, poteva essere ben più grave, ma fortunatamente il pilota ne è uscito illeso, Alpinestars ha fatto comunque sapere che “nonostante un evento simile non sia mai stato registrato in migliaia di cadute, non trascureremo questo dettaglio venuto fuori e ci stiamo già adoperando per evitare che un evento simile possa ripetersi“.

Gabriele Viespoli

(Photo credits: MotoGP)

Seguici su Google News

Back to top button