Calcio

Europa League, a caccia della vetta: inizio duro per Roma e Lazio

La nuova stagione di Europa League è iniziata, con le squadre che sono scese in campo già due volte all’interno dei propri gironi di qualificazione. La competizione si conferma ancora una volta tra le più complicate e competitive, complice anche la presenza di club blasonati come Manchester United e Arsenal. A tenere alto l’onore dell’Italia, invece, dovranno essere le due squadre capitoline: Roma e Lazio. Le due romane si sono garantite un posto nel torneo arrivando rispettivamente sesta e quinta in campionato, con un solo punto a separarle in classifica. Entrambe hanno rinforzato i propri organici nel corso del calciomercato estivo, con l’obiettivo di spingersi più avanti possibile nel proprio percorso europeo. Vediamo, quindi, la situazione di Roma e Lazio all’interno dei rispettivi gruppi di Europa League.

Europa League, il flop col Ludogorets e l’ostacolo Betis per la Roma

La Roma è stata sorteggiata nel Gruppo G assieme a Betis, Ludogorets e HJK. Un girone tutto sommato abbordabile per gli uomini di Mourinho, che sulla carta dovranno contendersi il primato con gli spagnoli per accedere direttamente agli ottavi di finale. I giallorossi, tuttavia, hanno iniziato come peggio non si poteva il proprio cammino, andando a perdere il primo incontro contro la squadra bulgara. Alla Ludogorec Arena, la squadra si è arresa per 2-1 ai padroni di casa, bravi a resistere alle folate avversarie e a chiudere con cinismo la partita nella ripresa. A nulla è valso il gol del momentaneo pareggio di Shomurodov, in rete dopo una sfilza di errori sotto porta da parte dei compagni. Proprio la scarsa vena realizzativa si sta dimostrano un problema non da poco per i giallorossi, chiamati al più presto a risolvere la questione.

Nel secondo match, quello contro l’HFK, la Roma conferma per un tempo tutti i propri limiti sotto porta, non riuscendo a sbloccare il match nonostante le diverse occasioni e la superiorità numerica. L’ingresso di Dybala, tuttavia, cambia volto alla partita e, dopo un costante assedio, la squadra di Mourinho archivia la pratica con un netto 3-0 firmato dall’argentino, Pellegrini e Belotti, al primo centro da romanista. I giallorossi arrivano, perciò, alla sosta con 3 punti in classifica, gli stessi del Ludogorets e tre in meno del Betis: per non complicare il percorso e rischiare un pericoloso spareggio, la Roma è chiamata a raccogliere almeno quattro punti contro gli iberici guidati da Manuel Pellegrini.

photo credits: Avvenire

Lazio, un girone equilibrato: Sarri vuole cancellare la debacle col Midtjylland

Girone non eccessivamente complicato anche per la Lazio, pur con la presenza di squadre interessanti come Feyenoord e Midtjylland, in aggiunta allo Sturm. I biancocelesti si sono resi protagonisti di un avvio in chiaroscuro, che ha reso il girone ancor più equilibrato. Nel match d’esordio contro gli olandesi, finalisti di Conference League nella passata stagione, la squadra di Sarri ha sfoggiato una prestazione maiuscola, annichilendo gli avversari. Nei primi 70 minuti la squadra si è portata sul 4-0, grazie alle reti di Luis Alberto, Felipe Anderson e alla doppietta di Vecino, prima di concedere qualcosa al Feyenoord, che con i due gol di Santiago Gimenez ha accorciato per 4-2.

Qualche lacuna difensiva che si è trasformata in una voragine nell’incontro successivo, quello in terra danese contro il Midtjylland, terminato 5-1 per i padroni di casa. Prestazione da incubo per gli uomini di Sarri, che cadono ripetutamente sotto i colpi di un avversario rapido e pericoloso soprattutto sulle corsie esterne. Il gol della bandiera di Milinkovic-Savic è servito solo a rendere meno amaro il passivo, anche se la differenza reti ora non gioca a favore dei biancocelesti. La classifica del Gruppo F ora vede tutte le squadre appaiate a 3 punti e la Lazio dovrà assolutamente approfittare della doppia sfida con lo Sturm, sulla carta avversario più abbordabile, per portarsi in testa e provare ad arrivare alle sfide decisive in posizione di vantaggio.

MARCO SCALAS

Seguici su GOOGLE NEWS

Credit foto: pagina Facebook AS Roma

Credit foto: Avvenire

Back to top button