Cultura

Fabrizio Gifuni porta in scena Aldo Moro, le lettere e il memoriale

Rubrica Stasera a teatro: Fabrizio Gifuni al Vascello con lo spettacolo Con il vostro irridente silenzio. Il disastro di Stava all’Argentina

FABRIZIO GIFUNI (C) MIMMO fRASSINETI
FABRIZIO GIFUNI (C) MIMMO fRASSINETI

Fabrizio Gifuni al Teatro Vascello: Con il vostro irridente silenzio, le lettere e il memoriale di Aldo Moro

Dal 29 settembre al 4 ottobre al Teatro Vascello Fabrizio Gifuni dà voce allo statista rapito e ucciso dalla Brigate rosse nel 1978. Uno studio sulle lettere e il memoriale scritti durante la reclusione. Scrive Gifuni che “sono due presenze fantasmatiche, il corpo di Moro è lo spettro che ancora occupa il palcoscenico della nostra storia di ombre”. Moro sa che sta per morire e quindi scrive, ricorda, confessa, si congeda.

FABRIZIO GIFUNI - LA LOCANDINA - FOTO CREDITS: TEATRO VASCELLO
FABRIZIO GIFUNI – LA LOCANDINA – FOTO CREDITS: TEATRO VASCELLO

Un’opera che Gifuni scrive e manda in scena nel febbraio scorso e che poi è stata bloccata dal lockdown. Oggi viene riproposta in apertura della stagione autunnale del Vascello nei seguenti orari: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì alle 21, sabato alle 19 e domenica alle 17.

Acquisto biglietti on line dal sito

https://www.teatrovascello.it/stagione-prosa-2020-2021/

FABRIZIO GIFUNI - TEATRO ARGENTINA - 19 LUGLIO 1985 - PHOTO CREDITS: WEB
FABRIZIO GIFUNI – TEATRO ARGENTINA – 19 LUGLIO 1985 – PHOTO CREDITS: WEB

Teatro Argentina, Filippo Andreatta racconta il disastro di Stava

Sabato 26 settembre alle 19 e domenica 27 alle 17 al Teatro Argentina è in scena 19 luglio 1985 – Una tragedia alpina, testo, regia e scena di Filippo Andreatta. Il paesino di Stava, nell’omonima valle del Trentino, quel giorno viene travolto da una frana di 180mila metri cubi. Una tragedia contemporanea che riporta a quella antica della tracotanza dell’uomo contro la natura. Che Andreatta narra in modo antiretorico e realistico, vicino alla cronaca, su un palco spoglio e spettrale che sembra non essere in grado di ospitare la materia.

 FABRIZIO GIFUNI - TEATRO ARGENTINA - 19 LUGLIO 1985 - PHOTO CREDITS: WEB
FABRIZIO GIFUNI – TEATRO ARGENTINA – 19 LUGLIO 1985 – PHOTO CREDITS: WEB

Musica di Ligeti, eseguita dall’Ensemble Vocale Continuum diretta dal Maestro Luigi Azzolini. Lo spettacolo è presentato nell’ambito di RomaEuropa Festival 2020 OHT (Office for a Human Theatre). Si tratta di un progetto di ricerca teatrale fondato dallo stesso Andreatta nel 2008, a Roma, centrata sul legame tra paesaggio naturale e condizione umana.

A RomaEuropa Festival sarà presente anche con la performance Rompere il Ghiaccio (3 e 4 ottobre) che indaga le stesse tematiche.

Acquisto biglietti online sul sito: http://www.teatrodiroma.net/doc/7113/19-luglio-1985-una-tragedia-alpina

FABRIZIO GIFUNI - TEATRO DE'SERVI - COSE POPOLARI LOCANDINA - DAL WEB
FABRIZIO GIFUNI – TEATRO DE’SERVI – COSE POPOLARI LOCANDINA – DAL WEB

Teatro de’ Servi: Cose popolari di Nicola Pistoia

Vivere a Roma oggi, non possedere una casa e non potersi permettere un affitto. Storie purtroppo ormai ordinarie nel diffuso disagio sociale ed economico. Il regista Nicola Pistoia le racconta insieme ad Ariele Vincenti, Francesco Stella e Giordana Morandini in Cose popolari, in scena al Teatro de’Servi dal 24 settembre all’11 ottobre.

TEATRO DE'SERVI - COSE POPOLARI - PHOTO CREDITS: WEB
TEATRO DE’SERVI – COSE POPOLARI – PHOTO CREDITS: WEB

Cose popolari parte dal fenomeno degli illeciti e degli abusi che ruotano attorno al mondo degli alloggi popolari per raccontare quattro storie di vita concrete. Storie che il destino ha deciso di intrecciare sul pianerottolo di un condominio. Cose popolari, appunto. Orari: la prima settimana, dal giovedì al sabato alle 21 e domenica 17:30. La seconda e terza settimana: dal martedì al sabato ore 21 e domenica ore 17.30.

Per info e biglietti: spettacolihttp://www.teatroservi.it/biglietteria/info

a cura di Anna Cavallo

Back to top button