La scuderia del cavallino rampante ha lasciato trapelare voci su un possibile arrivo in Indycar per potenziare la squadra di F1. La Ferrari sarebbe pronta ad entrare nella categoria già nel 2022 proprio nel momento del cambio di regolamento della Indycar.

Ferrari Indycar – Più ore per lo sviluppo

Tra i 2 motivi principali dell’interesse Ferrari nei confronti dell’Indycar c’è sicuramente la voglia di “sistemare” i propri meccanici e ingegneri in altre categorie a seguito dell’introduzione del budget cap. Infatti molti team saranno costretti a lasciare a casa moltissimi dipendenti ma non Ferrari. L’altro motivo è legato invece ad un lato tecnico che legherà, a partire dal 2022, la F1 e la categoria americana: infatti anche l’Indycar passerà ad una propulsione ibrida uniformandosi alle categorie di livello mondiale.

Ferrari Indycar
4 proposte di livrea – Photo Credit: Scuderia Ferrari Fans

Questo apre ad uno scenario davvero interessante perchè con il budget cap e le limitazioni sulle ore di test imposte, la possibilità di avere piattaforme nuove e nuove ore di test diventa fondamentale. Esattamente come Mercedes in Formula E (nella quale può sviluppare la parte elettrica del motore e le batterie) anche Ferrari vuole far parte di una nuova realtà per chiudere il gap con Mercedes con la nuova generazione di vetture.

Ferrari Indycar – Le parole di Mattia Binotto

Mattia Binotto, team principal di Ferrari in F1, ha parlato a Roberto Chinchero per Motorsport.com:

La Ferrari sente molto la responsabilità sociale verso i propri dipendenti – ha spiegato Binotto – e vogliamo essere certi che per ognuno di loro ci sarà spazio anche in futuro. Per questo motivo abbiamo iniziato a valutare dei programmi alternativi e confermo che stiamo guardando l’Indycar, che al momento è una categoria molto diversa dalla nostra (F1) ma con un cambio di regolamento in programma nel 2022. Osserviamo anche il mondo Endurance ed altre serie: cercheremo di fare la scelta migliore” Mattia Binotto

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA