Colin Kaepernick, ex quarterback NFL da sempre in lotta contro le ingiustizie sociali, è stato uno dei primi sportivi a cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica in seguito ai fatti successi recentemente a Minneapolis.

Kaepernick, in collaborazione con il suo movimento Know Your Rights Camp, ha dato il via ad una iniziativa che ha come scopo quello di sostenere economicamente i manifestanti di Minneapolis che potrebbero adesso aver bisogno di legali per potersi difendere da eventuali accuse.

Su Twitter ha infatti riportato:

“In segno di solidarietà nei confronti dei nostri fratelli di Minneapolis, Know Your Rights Camp e Colin Kaepernick hanno istituito un’iniziativa di supporto”.

La promozione di questa iniziativa è stata fatta anche su Instagram.

Come riporta KTVZ.com, la raccolta fondi servirà ad assicurare i migliori avvocati di Minneapolis ai manifestanti, affinché questi ultimi possano difendersi eventualmente in un’aula di tribunale.

Kaepernick è uno dei personaggi dello sport da sempre impegnato nella lotta alle ingiustizie sociali, soprattutto per quanto riguarda l’abuso di potere delle forze dell’ordine statunitensi nei confronti di cittadini afroamericani.
L’ex quarterback dei San Francisco 49ers, infatti, è praticamente stato tagliato fuori dalla lega per aver dato il via all’iniziativa “Take a Knee Movement” ed è senza contratto dal 2017.

È inoltre stato uno dei primi personaggi pubblici ad aver manifestato dissenso in seguito all’uccisione di George Floyd da parte delle autorità.
Dopo i fatti, scrisse:

“Quando la civiltà ti porta alla morte, la rivolta è l’unica reazione plausibile. Abbiamo il diritto di reagire”.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: NFL, niente “Sky Judge” per la stagione 2020

Foto in copertina: Steven Senne/AP

© RIPRODUZIONE RISERVATA