Calcio

Figc e Governo, scontro sui campionati: la situazione

Figc e Governo allo scontro per la ripresa dei campionati? Le due istituzioni potrebbero incagliarsi rimanendo ferme sulle loro posizioni. Tutti i tornei sono stati fermati in seguito all’emergenza sanitaria portata dal Coronavirus, la malattia virale esplosa in Cina che si è diffusa in tutto il mondo. Da una parte la Figc preme per pianificare il ritorno in campo di tutte le squadre riprendendo, quanto prima, gli allenamenti mente il Governo nicchia sulla richiesta cercando di allungare i tempi il più possibile. Due correnti di pensiero destinate, prima o poi, allo scontro generando uno tsunami sul calcio italiano. E mercoledì è in programma la riunione di tutti gli attori chiamati a recitare una parte importante nel film calcio.

Figc e Governo: le dichiarazioni dei protagonisti

Le dichiarazioni dei protagonisti sono chiare e gettano benzina sul fuoco. Figc e Governo hanno due idee estremamente diverse sul futuro della stagione sportiva 2019/20: il calcio vorrebbe terminare quanto cominciato mentre l’Esecutivo pensa alla salute pubblica frenando la ripresa. Ecco le parole di Gabriele Gravina, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio:

“Fermare definitivamente la stagione se me lo chiedesse il governo? Accetterei la decisione, ma io non posso fare il becchino del calcio italiano e, per questo, coltivo la speranza, forte, che si possa arrivare fino in fondo…”

La risposta di Roberto Speranza, ministro dello Salute, certifica la diversità di vedute delle due istituzioni. Ecco le parole del politico rilasciate a Radio Capital:

“Lo dico con il massimo rispetto e da grande appassionato di calcio però viene prima la vita delle persone. Le priorità del Paese oggi sono altre. Lavoreremo perché a un certo punto si possa riprendere la vita normale ma la priorità in questo momento deve essere ancora salvare la vita delle persone”.

Videoconferenza mercoledì

Due posizioni che si scontreranno nella videoconferenza di mercoledì. Poche ore e tutti i nodi potrebbero venire al pettine: mancano poche ore per conoscere il futuro del calcio italiano e della stagione sportiva 2019/20

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button