Cinema

Flawless: l’intelligenza artificiale rivoluzionerà il doppiaggio?

Adv

Flawless è una start-up nata a Londra che ha intenzione di sfruttare l’intelligenza artificiale per cambiare le tecniche di doppiaggio. L’idea è quella di adattare i movimenti delle labbra degli attori a qualsiasi lingua.

Un video che mostra i primi risultati

Flawless e doppiaggio: come funziona?

I fondatori della start-up sono un regista e un imprenditore tecnologico. Parlano di grandi piani e larghe prospettive, mentre affermano di aver già firmato un contratto con un cliente. I video modificati da Flawless ritoccano solamente la zona delle labbra degli attori, in modo da far coincidere la traduzione delle battute a perfezione. In questo modo non è più necessario pensare ad un adattamento che faccia coincidere i movimenti originali con quelli tradotti, ma si può procedere con una traduzione quasi letterale.

Partendo dall’interpretazione originale, si registrano le stesse battute pronunciate da qualcun altro nella nuova lingua. Con l’aiuto del software TrueSync le due interpretazioni vengono fuse in modo da far combaciare le labbra dell’attore originale con quelle del doppiatore.

Come nasce l’idea?

Il regista Scott Mann, co-fondatore della start-up, ha iniziato a pensare ad una soluzione per facilitare il doppiaggio nel 2015. Mann racconta che l’idea è partita dopo aver visto una versione doppiata del suo film Bus 657. Secondo il regista, la traduzione dava una resa differente del personaggio originale (interpretato da Robert De Niro) rovinando alcune scene.

L'idea di Flawless per il doppiaggio nasce dal film con De Niro.
Photo credit: dal web

“Ne rimasi devastato perché basta cambiare una piccola parola in una frase per far cambiare di molto un personaggio e l’atmosfera della storia, e di conseguenza tutto il film.”

Scott Mann

In seguito, Mann ha incontrato l’imprenditore Nick Lynes, che è diventato il co-fondatore di Flawless. L’esperto di tecnologia ha spiegato che i risultati che, al momento, si ottengono con questo metodo di doppiaggio alternativo derivano per l’85% da doppiaggio automatizzato e per il 15% da aggiustamenti manuali.

Flawless e doppiaggio: le prime impressioni

Di fronte allo sviluppo dell’idea innovativa di Flawless, che cambierebbe le regole del doppiaggio, c’è curiosità e scetticismo. In molti l’associano al deepfake, cioè la tecnologia che prende un intero volto per posizionarlo su un altro corpo. Con questa tecnica vengono realizzati video falsi che potenzialmente possono mostrare una persona che fa o dice qualsiasi cosa. Scott Mann ci tiene a precisare che Flawless e il deepfake non sono la stessa cosa:

“Quei video usano una sostituzione bidimensionale della faccia per rubare l’identità delle persone. Noi facciamo il contrario, perché utilizziamo in modo responsabile le reti neurali per migliorare un’interpretazione. E lo facciamo prendendo in considerazione geometria e geografia dell’immagine per creare – e questa è la differenza più grande – un’interpretazione davvero tridimensionale.”

Scott Mann

Una delle perplessità sull’utilizzo di questa tecnologia riguarda la grossa modifica che verrebbe apportata al volto degli attori e quindi alla loro interpretazione. Tra gli aspetti a favore della nuova tecnologia c’è la velocità di traduzione. Utile per distribuire in più lingue la grande quantità di contenuti prodotti dalle piattaforme streaming. Al momento i primi doppiaggi realizzati con Flawless presentano alcuni difetti, ma lo stesso Mann garantisce che presto non si noterà la differenza.

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Elisa Scaglia

Adv
Adv
Adv
Back to top button