Il capitano dei capitolini è stato relegato in panchina dal nuovo tecnico portoghese. Lo scenario della cessione, qualora il trend dovesse continuare, non appare più così impossibile. Due pretendenti sono già alla finestra.

Il calcio è strano, non soltanto all’interno del rettangolo verde di gioco. Doveva essere una stagione da incorniciare per Alessandro Florenzi: dopo gli addii di Francesco Totti e Daniele De Rossi, il numero ventiquattro dei capitolini ha ereditato la fascia da capitano dai due “mostri sacri” che hanno reciso, per diversi motivi, il rapporto con la Roma di James Pallotta. All’alba di questa nuova stagione era impossibile pronosticare questo scenario così paradossale: Florenzi in panchina in favore di Davide Santon che, non più tardi di qualche mese fa, era stato invitato a cercarsi una squadra da Gianluca Petrachi, il nuovo direttore sportivo ex Torino.

La parabola del terzino classe 1991 risulta incredibilmente particolare: Paulo Fonseca, di punto in bianco, sembra non considerare più la candidatura di Florenzi all’interno della squadra. Da titolare o da subentrante. Questa strana situazione apre scenari clamorosi che, ad inizio stagione, nessuno sarebbe riuscito a pronosticare: il capitano della Roma verrà sacrificato sul calciomercato? Due pretendenti, intanto, guardano attentamente gli sviluppi della vicenda del romano.

Florenzi è sparito dalla rotazioni

La Roma vince e convince ma Alessandro Florenzi continua a non giocare. Nelle ultime partite, il capitano giallorosso ha avuto un minutaggio molto basso (è stato anche fermo ai box) e tutti nella Capitale si chiedono che futuro avrà il jolly di Fonseca che, intanto, continua ad allenarsi con la massima professionalità nonostante la sparizione dall’undici titolare.

Una sparizione dai radar della prima squadra che è diventata, ovviamente, un piccolo rebus da capire. Appare evidente che Fonseca non veda Florenzi come terzino: la “riesumazione” di Santon, infatti, suona come una vera e propria bocciatura per il calciatore romano. Il numero ventiquattro romanista è chiuso anche in avanti: il ritorno dell’abbondanza, dopo gli infortuni a catena, dovrebbe chiudergli definitivamente le porte della titolarità.

Fonseca, intanto, parla benissimo del romano: “Florenzi? Ha sempre la possibilità di giocare. Vi dico la verità, Alessandro lavora sempre bene ed è sempre pronto ad aiutare la squadra. Sentirlo sempre pronto per me è importante, è sempre un’opzione”.

Florenzi
(Credit: 90minuto)

Possibile cessione? Inter e Juventus osservano…

La “Questione Florenzi” potrebbe generare un clamoroso scenario di calciomercato con Petrachi protagonista assoluto. Il calciatore romano è seguito, ormai da tempo, da Juventus ed Inter. Sarri e Conte stimano le qualità e la duttilità del capitano romanista e potrebbero piombare sul giocatore qualora la situazione attuale s’incancrenisse ancor di più. In questo particolare “Derby d’Italia“, i nerazzurri di Suning vorrebbero mettere sul piatto una contropartita che piace moltissimo dalla parti di Trigoria: il centrocampista uruguaiano Matias Vecino.

La Roma valuta il cartellino di Florenzi sopra i 30 milioni di euro: in caso di poco utilizzo da parte di Fonseca, il giocatore della Nazionale potrebbe essere il sacrificato sull’altare (solito) delle plusvalenze di Pallotta. In questo caso, i capitolini riuscirebbero a trattenere a Roma profili più “funzionali” come Zaniolo e Under. Il discorso è ancora prematuro. Ma se il trend intrapreso dal portoghese dovesse trovare conferme anche nei prossimi mesi, la pazienza del capitano giallorosso, fin qui perfetto a livello comportamentale, potrebbe esaurirsi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA