Tennis

Fognini squalificato per comportamento scorretto a Barcellona!

Brutta prestazione al terzo turno del 500 di Barcellona per Fabio Fognini, che perde il primo set 6-0 e nel secondo viene squalificato dal giudice di sedia per comportamento scorretto. Si tratta della terza eliminazione azzurra in Catalogna dopo quelle di Federico Gaio e Lorenzo Musetti.

Una partita giocata a metà da Fognini

Comincia senza qualche difficoltà la partita di Fognini, che appare troppo fermo e impreciso, soprattutto sul rovescio e in battuta. Poche prime in campo, più della metà delle quali vinte da Zapata Miralles, che al contrario del sanremese è focalizzato e solido. Conseguenza di ciò è il doppio break che lo spagnolo infligge a Fabio nei suoi primi due turni di battuta. Fognini è completamente fuori partita e i break del set diventano addirittura tre, e sanciscono un sonoro cappotto che quest’anno il ligure non aveva ancora subito. Per Zapata Miralles si tratta invece del primo 6-0 in carriera nel circuito maggiore (in cui ha disputato con quella di oggi appena nove partite, se si escludono quelle di qualificazioni).

Se il primo set ha avuto una durata di 28 minuti, il solo primo game del secondo set addirittura 16 minuti. Fognini infatti cerca di far salire i giri del proprio gioco a fondocampo, con Zapata Miralles costretto a giocare più punti nel solo primo turno di battuta (20) di quelli giocati al servizio in tutto il primo set (17). Lo spagnolo però trova sempre la chiave per il punto, e prima salva tre palle break e poi toglie per la quarta volta consecutiva la battuta a un Fognini che non sembra per niente in condizione. Dopo aver perso il nono game di fila Fabio sembra decidere di iniziare a giocare e vince a sua volta quattro giochi consecutivi. Dopo aver perso il turno di battuta però Fognini ha una discussione con il giudice di sedia – che già lo aveva richiamato un paio di volte dando anche il warning – il quale considera eccessivamente scorretto il comportamento del sanremese che viene clamorosamente squalificato, consegnando di fatto la partita a Zapata Miralles.

ENRICO RUGGERI

Back to top button