Tennis

ATP Barcellona: va fuori un acciaccato Musetti, out anche Gaio con Rublev

Si chiude al secondo turno il cammino di Lorenzo Musetti nel torneo ATP 500 di Barcellona. Il giovane azzurro ha dovuto subire la rimonta del classe 2000 Felix Auger-Aliassime, in un vero e proprio antipasto di tennis futuro. Da segnalare che l’ italiano, verso la metà del secondo parziale, ha iniziato ad accusare un forte indolenzimento alla parte bassa della schiena. Esce di scena anche Federico Gaio. Il faentino ha lottato come un leone ma alla fine ha dovuto cedere contro il russo Andrey Rublev, numero 7 del mondo e testa di serie numero 3 dell’evento catalano.

ATP Barcellona: tanto rammarico per Musetti

Un vero peccato per Lorenzo Musetti. Il next gen di Carrara, infatti, si è dovuto arrendere contro il canadese Felix Auger Aliassime con lo score di 4-6 6-3 6-0 dopo poco più di due ore di gioco. Assisteremo, dunque, ad un derby canadese negli ottavi di finale del torneo ATP 500 di Barcellona. Ad attendere il vincente di questo incontro, infatti, c’era Denis Shapovalov. Nulla da fare per l’italiano. Lorenzo aveva conquistato un bellissimo primo set, in cui aveva dimostrato la solita incredibile varietà di colpi. Il suo avversario sembrava non avere le armi per contrastarlo ma ecco lì che arriva un problema alla parte bassa della schiena. Musetti, una volta perso il secondo set, rimane in campo per tutta la partita in un terzo parziale senza storia. La speranza è ovviamente che non si tratti di nulla di grave in vista dei prossimi importantissimi appuntamenti, tra cui Roma.

Musetti – Auger-Aliassime: il match nel dettaglio

I primi quattro giochi sono decisamente combattuti. In ben tre occasioni, infatti, si registrano palle break per il giocatore in risposta. La tradizione continua nel quinto game ma stavolta Musetti la sfrutta a proprio vantaggio e, grazie ad un paio di magie a rete, sale sul 3-2 e servizio a disposizione. Lorenzo trova finalmente una discreta regolarità al servizio e, senza particolari difficoltà, si porta prima sul 4-2 e poi sul 5-3. Il set si decide nel decimo gioco. L’azzurro, sotto 0-15, conquista quattro punti consecutivi e si aggiudica la prima frazione per 6-4.

Il secondo set parte con Musetti che non sfrutta due occasioni per togliere subito il servizio all’avversario. Da qui in poi la musica cambia. Lorenzo inizia a perdere sempre più campo mentre i suoi colpi diventano decisamente meno pesanti. Il canadese, dal canto suo, sembra rinfrancato e, dal 2-2, piazza un parziale di 4 giochi a 3 per portarsi a casa il parziale per 6-3. Lorenzo non sembra stare benissimo dal punto di vista fisico e ciò lo si nota immediatamente ad inizio terzo set. Qui il nativo di Montreal conquista subito il doppio break di vantaggio e vola sul 3-0. L’italiano, a questo punto, chiama il medical time-out ma decide comunque di restare in campo e terminare il match. L’incontro non ha più nulla da dire e il canadese se lo porta a casa addirittura per 6-0.

Gaio non demerita ma deve arrendersi a Rublev

Niente da fare, purtroppo, per Federico Gaio nel secondo turno del torneo ATP 500 di Barcellona. L’ azzurro si è dovuto arrendere alla potenza del russo Andrey Rublev, che ha avuto la meglio per 6-4 6-3 dopo 1h e 23 minuti di gioco. C’è grande rammarico per Federico soprattutto per quelle due chance di break non sfruttate sul 4-4 del primo parziale che, se concretizzate, avrebbero potuto mandarlo a servire per il set. Gaio, nel secondo parziale, si è trovato anche un break avanti (2-1 e servizio), prima di subire l’inesorabile rientro del tennista moscovita. Resta comunque più che positiva la settimana dell’ italiano. Il faentino, infatti, torna a casa dopo aver conquistato la sua prima vittoria in un torneo ATP 500, la terza nel circuito dopo le due ottenute nel 2017 a Quito. Proseguirà, invece, l’avventura nell’ evento catalano per il numero 7 del mondo, recentissimo finalista in quel di Monte Carlo. Il moscovita, agli ottavi di finale, troverà il padrone di casa Albert Ramos Vinolas. Lo spagnolo, in mattinata, ha sconfitto in due set il francese Adrien Mannarino.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: Next Gen ATP Finals Official Facebook Account

Back to top button