Tra le diverse opzioni d’investimento attualmente disponibili, appaiono i fondi comuni d’investimento. Questi, vengono gestiti da società che si occupano di gestire i risparmi, in questo caso di diversi traders, investendoli come se fossero un unico capitale in diversi mercati finanziari.

Contraddistinti da diversi vantaggi, l’articolo proporrà un’analisi più dettagliata dei fondi comuni d’investimento. In più, saranno trattate anche le soluzioni migliori per i propri investimenti online: piattaforme di trading CFD.

Fondi comuni d’investimento: sono sicuri? Perché sceglierli?

Molti traders, sia principianti che già affermati nel settore, stanno dimostrando parecchio interesse verso i fondi comuni d’investimento.

Prima di tutto, bisogna specificare che optando per tali strumenti d’investimento, un trader potrà avere opportunità di accedere a molti più mercati o assets, in quanto la cifra con cui si apre una posizione è molto più elevata rispetto al capitale detenuto personalmente.

Inoltre, caratteristica da non sottovalutare riguarda la possibilità di distribuire il rischio, in quanto la società delegata nella gestione del patrimonio opererà su diverse aziende e non su un singolo titolo.

Naturalmente, non bisogna sottovalutare gli eventuali svantaggi che caratterizzano tali strumenti d’investimento. Ad esempio, è importante che la società operi seguendo una metodologia certa e studiata in base ai mercati a cui si accede, altrimenti i singoli investitori registreranno perdite sul proprio capitale. I fondi comuni d’investimento sono strettamente legati allo scenario di mercato, dunque, nel caso di ribassi, si potrebbero ottenere risultati opposti a quelli sperati.

Molto spesso i rendimenti sono bassi e, per questa ragione, è consigliabile evitare di operare mediante piattaforme che non applicano commissioni.

Fondi comuni d’investimento: tipologie

Una volta compreso cosa sono, è bene capire quali tipologie di fondi comuni d’investimento è possibile scegliere.

Prima di tutto, bisogna menzionare i fondi azionari, divisi in quelli orientati alla crescita e quelli orientati al reddito. In questo caso, la società di gestione selezionerà diverse società con lo scopo di seguire la strategia della diversificazione e concedere agli investitori margini più elevati di profitti sicuri.

I fondi azionari sono divisibili, a loro volta, in due categorie: quelli orientati alla crescita o quelli orientati al reddito. La differenza sostanziale riguarda gli obiettivi finali: nel primo caso, si opera per aumentare il capitale proiettandosi sul lungo termine. Nel secondo, invece, si negozia per fornire un reddito agli investitori.

Esistono anche i fondi d’investimento immobiliari, tradizionali e di società. La prima tipologia di fondi offre l’opportunità di investire direttamente sull’immobile così che i rendimenti derivino da probabili rivalutazioni di quelli selezionati dalla società stessa. La seconda tipologia, invece, implica investimenti diretti in aziende che operano nel campo, come alberghi o semplici imprese edili. I profitti sono legati ad eventuali rialzi delle azioni delle società stesse.

Gli investitori hanno una scelta molto più ampia in realtà, potendo selezionare anche fondi obbligazionari o fondi monetari di liquidità.

Investire online con eToro

Un’alternativa ai fondi comuni d’investimento potrebbe essere il leader nel settore eToro, operante sul mercato dal 2007.

Prima di tutto, è bene sapere che propone una piattaforma innovativa alla portata anche dei meno esperti e non prevede alcuna commissione.

eToro propone una vasta gamma di assets tra cui poter scegliere, nonché mercati di particolare interesse come il Forex. La fama del broker è, però, legata all’introduzione di due funzioni ritenute valide dai propri utenti, soprattutto dai neofiti con zero esperienza nel settore.

In termini semplici, la piattaforma funziona come un network di trading a tutti gli effetti sul quale si può interagire con altri investitori per scambiarsi, in caso di necessità, consigli di mercato.

Per quanto riguarda il copy trading, si tratta di uno strumento di cui usufruire gratuitamente se si è principianti e si ha intenzione di comprendere, in maniera immediata, come funzionano i mercati finanziari e quali strategie adottare per trarne dei vantaggi personali. Si possono selezionare dei popular investor in modo che le operazioni da loro effettuate, vengano replicate automaticamente sul proprio profilo. Ogni investitore può decidere quale guru del trading seguire semplicemente visualizzando il profilo che eToro elabora, rendendo visibili i rendimenti ottenuti nel passato.

Per verificare personalmente il funzionamento e la qualità dei servizi di una valida alternativa ai fondi comuni come eToro, basterà iniziare da un conto demo, gratuito, illimitato e senza vincoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA