Formula E | Ufficializzate le novità della prossima stagione

In tarda mattinata le prime ufficialità. Formula E ha ufficializzato tutte le novità che riguarderanno la stagione 2018-2019. Numerose sono le novità, dal calendario passando per le vetture fino alla gara. Scopriamole insieme!

Alcune di queste novità non attendevano che l’ufficialità da parte di Formula E. La vettura era già stata precedentemente svelata al Motor Show di Ginevra il marzo scorso ad esempio. Il calendario aveva già trovato numerose conferme e novità (ultima la gara inaugurale in Arabia Saudita). Quali sono le novità più importanti?

L’introduzione della Gen2

La “Generation 2” sarà la assoluta protagonista della prossima stagione. Progettata da Spark Racing Technology in collaborazione con McLaren Applied Technologies e Brembo, la Gen2 è già stata molte volte descritta come l’auto del futuro da Alejandro Agag.

Nico Rosberg sulla Gen2 – Photo Credit: DMove

In occasione dell’ePrix di Berlino è stata per la prima volta guidata in pubblico da Nico Rosberg. I piloti del mondiale hanno già avuto modo di provarla nei test collettivi e tutti si sono detti impressionati dall’evoluzione rispetto alla vettura attuale. Questa monoposto ha già stupido tutti gli addetti ai lavori, compreso Nico Rosberg in occasione dello shakedown.

Qualche dato? La Gen2 sarà capace di coprire l’intera distanza di gara grazie ad una powetrain di 54kWh. Accelerazione da 0 a 100km/h in 2.8 secondi con una velocità di punta di 280km/h. Qui i dati completi della monoposto.

La corsa

Novità molto importanti riguardano anche la gara. Le gare non saranno più basate su un predeterminato numero di giri, ma su una durata di 45 minuti. Allo scadere dei 45 minuti, verrà corso un giro supplementare prima della bandiera a scacchi. Questo giro supplementare decreterà la fine della corsa.

Photo Credi: LAT Images

Dalla prossima stagione verrà eliminato il punto per il giro più veloce, ma verrà introdotto un nuovo premio. Il pilota nella top-5 che terminerà la corsa con maggiore energia riceverà punti extra. Questa novità è certamente figlia della volontà di mettere in primo piano anche la gestione dell’energia.

Modalità di potenza

Questo rappresenta il punto maggiormente controverso della prossima stagione. Alcune settimane fa abbiamo ipotizzato quali sarebbero potuti essere gli scenari. Si è discusso molto sul FanBoost e sulla sua eventuale sostituzione. Formula E ha deciso di mantenere il FanBoost, ma sarà presente una seconda modalità di accesso all’incremento di potenza. L’incremento di potenza permetterà alle monoposto di passare da 200kW a 225kW di potenza complessiva.

Photo credit: fiaformulae.com

I piloti per un certo numero di volte, stabilito da parte della FIA, potranno accedere all’incremento di potenza passando in una “activation zone” durante la gara. Il passaggio alla “power mode” più veloce sarà visibile tramite un led che verrà implementato sull’halo. Il tanto discusso strumento di sicurezza avrà una diversa illuminazione in base alla power mode in uso.

Scuderie e piloti

Il prossimo anno i piloti in griglia saranno 22 con 11 scuderie partecipanti. La principale novità rispetto alla stagione attuale è l’ingresso di HWA, team affiliato a Mercedes che vedrà l’assistenza tecnica di Venturi.

Photo Credit: Mercedes-benz.com

Le altre novità riguardano l’ingresso di BMW al posto di Andretti (di cui è attualmente partner tecnico) e l’ingressi di Nissan al posto di Renault e.dams. Gli altri team in griglia saranno Audi, DS, Jaguar, NIO, Venturi, Dragon, Mahindra e Techeetah.

Molta incertezza su chi saranno i protagonisti. Qualche settimana fa è stato ufficializzato l’ingresso di Felipe Massa in Formula E. Il brasiliano guiderà per il team Venturi. Incertezza in casa DS ed in casa Renault/Nissan.

Il calendario

Formula E ha ufficializzato anche il calendario. Questo, però, non è definitivo dal momento che mancano ancora alcune conferme come l’omologazione del tracciato di Riyad. Ancora da annunciare il luogo della terza tappa del mondiale.

Calendario Season Five – Photo Credit: Formula E

Incertezza anche sul luogo, in Cina, dove si svolgerà la sesta tappa del mondiale della prossima stagione. Il successo del doppio appuntamento di Hong Kong di quest’anno ha convinto gli organizzatori ad inserire una seconda gara in Cina. Ufficializzata anche la data dell’ePrix di Roma, il 13 aprile. Naturalmente non vediamo l’ora dell’arrivo dell’ePrix romano per poter seguire nuovamente la Formula E dal vivo!

Non volete perdervi alcuna news sul mondo dei motori? Seguiteci anche su Telegram!