Formula 1

Formula Uno, Ricciardo in sostegno di un bambino vittima di bullismo

Adv

Il piccolo Luis, tifosissimo della McLaren, vittima di bullismo a scuola: i suoi compagni di classe, infatti, gli hanno sottratto il prezioso cappellino della scuderia di Formula Uno, prima di calpestarlo in segno di sfregio. Una sofferenza vera per il bambino che, adesso, corre verso il riscatto personale: Daniel Ricciardo, infatti, si è impegnato attivamente promettendo gadget della “macchina arancione” rispondendo al post di denuncia (via Twitter) della madre del ragazzino vittima dei suoi aguzzini.

La denuncia della madre del bambino vittima di bullismo

Un post di denuncia su Twitter alla base di questa storia di solidarietà. Ecco il testo scritto dalla madre del bambino vittima di bullismo che, per colpa dei suoi aguzzini, ha visto il suo prezioso cappellino della McLaren calpestato e rubato: “Posso prendermi un istante per dire che il bullismo non va bene? Mio figlio di 10 anni è arrivato al limite a causa dei bulli. Gli hanno rubato e calpestato il cappellino della McLaren, uno degli oggetti a cui è più affezionato, lasciandolo sconsolato“. La donna, nel suo messaggio, non si è dimenticata di taggare la scuderia arancione ed i due piloti Lando Norris e Daniel Ricciardo.

Daniel Ricciardo ha risposto prontamente

È arrivata quasi subito la risposta di Daniel Ricciardo, il pilota della McLaren: “Mi dispiace sentire di questo episodio ma non stressarti amico. Ti fa sembrare un duro! I bulli sono la parte debole, non dimenticarlo. Ti farò avere un nuovo cappello e tanti altri gadget. Su col morale, piccolo amico!”. Una bella soddisfazione per Luis che, adesso, potrà essere felicissimo di aver ricevuto uno sprono da uno dei suoi idoli.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button