Il Pescara comincia a studiare i colpi di mercato per la prossima stagione. Il club abruzzese vuole riscattare un’annata fin qui nefasta. Soltanto tre punti di distacco dalla zona play-out: la salvezza andrà conqusitata con le unghie e con i denti. Il presidente Sebastiani è in cerca di colpo in attacco. Un profilo che piace molto ai Delfini è quello di Marco Frediani, esterno offensivo in forze alla Sambenedettese.

Pescara, per l’attacco spunta l’idea Frediani

Frediani, classe ’94, ricopre il ruolo di ala sinistra. In questa stagione disputata in prestito nel girone B della Serie C con la maglia della Sambenedettese, il giocatore 26enne ha collezionato 22 presenze in campionato, condite da 5 reti e 3 assist. Per lui anche una presenza nella Coppa Italia di Categoria nella gara contro la Fermana.

Cresciuto nella Primavera della Roma, Frediani ha vestito anche le maglie di L’Aquila, Pisa, Ascoli, Ancona e Ternana. L’esterno offensivo è di proprietà del Parma e interessa molto al Pescara. Secondo quanto riportato da TuttoC.com, proprio questo potrebbe essere il binomio in grado di favorire la buona riuscita dell’operazione. Tra i due club intercorrono infatti ottimi rapporti, consolidati nelle ultime sessioni di mercato. Le transazioni tra le due compagini hanno visto ad esempio l’ingaggio di giocatori come Machin, Martella, Pavone e Galano. Filtra molto ottimismo in casa Pescara. Il ds Giorgio Repetto è già al lavoro.

Voglia di rivalsa

Il mercato sarà la chiave per il riscatto. Il prossimo anno ci si aspetta sicuramente qualcosa in più di una semplice salvezza. Salvezza che comunque anche quest’anno andrà conquistata sul campo. L’avvento di Nicola Legrottaglie non ha sortito i risultati sperati. Complice il mercato invernale e gli infortuni, i Delfini si sono ritrovati risucchiati nella lotta per non retrocedere. Il rientro di Tumminello potrebbe essere l’arma in più per salvarsi. Difficile, per ora, sperare in qualcosa in più. Tuttavia, mai dire mai: in fondo, i play-off distano “solo” sei lunghezze.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA