Frosinone-Spezia, uno scontro che prevede scintille. Entrambe le squadre sono in corsa per il secondo posto, valevole per la promozione diretta in Serie A. I Ciociari occupano la sesta piazza a quota 48 punti, gli Aquilotti sono quarti con 50 punti (rispettivamente – 4 e – 2 dal Crotone secondo). Ecco come le due compagini arrivano al match.

Frosinone, a caccia del riscatto

Un punto in tre partite. Pareggio esterno a reti inviolate contro il Trapani, sconfitta casalinga contro il Cittadella per 0-2, altra débâcle al Bentegodi contro il Chievo con il medesimo risultato. Una vittoria che manca addirittura dal 29 febbraio (1-0 contro la Salernitana). Contro lo Spezia servirà soltanto un risultato agli uomini di Nesta. Ma non sarà affatto una passeggiata.

Il dato che preoccupa maggiormente il club giallazzurro è la sterilità del reparto offensivo. Il Frosinone è rimasto a secco per quattro gare (compresa quella prima del lockdown contro la Cremonese). Con sole 33 reti all’attivo, quello dei Leoni è il quarto peggior attacco del torneo: peggio hanno fatto soltanto Livorno (26), Perugia e Venezia (30). Con statistiche del genere centrare la promozione diretta diventa qualcosa di più di un’impresa. Bisognerà invertire assolutamente la tendenza, altrimenti si rischia di venire estromessi dalla lotta per il secondo posto.

Frosinone-Spezia
Gli stemmi di Frosinone e Spezia.

Spezia, un sogno chiamato Serie A

Gli uomini di Vincenzo Italiano sono caduti in casa contro il Pisa (1-2), ma complice il contemporaneo pareggio del Crotone ad Ascoli restano a ridosso della seconda piazza. Le due vittorie contro Chievo ed Empoli hanno proiettato lo Spezia nei piani alti della classifica. Un eventuale colpaccio allo Stirpe renderebbe il sogno Serie A tutt’altro che un’utopia.

Un vero e proprio esame di maturità attende gli Aquilotti nello scontro di questa sera (calcio d’inizio previsto per le ore 21: il match sarà visibile in esclusiva su Dazn). Una gara che potrebbe fornire indicazioni interessanti sulle reali ambizioni di una delle sorprese più piacevoli della Serie B 2019/20.

Frosinone-Spezia: i precedenti degli ultimi anni

Dal 2014 ad oggi Frosinone e Spezia si sono scontrate otto volte (compresa la gara di Coppa Italia del 2015 vinta dai liguri ai calci di rigore). I precedenti sorridono agli Aquilotti: altre due vittorie oltre a quella in coppa (l’ultima il 24 novembre 2019 per 2-0 con reti di Gudjohnsen e Bidaoui). Un solo successo per i Ciociari datato 25 aprile 2017 (2-0, a segno Dionisi e Ciofani). Quattro volte la gara è terminata con un pareggio.

Le probabili formazioni di Frosinone-Spezia

Nesta dovrà fare a meno di Tribuzzi e Tabanelli, i quali hanno riscontrato guai fisici nella rifinitura di ieri pomeriggio. Maggiori defezioni, invece, per Vincenzo Italiano. Out per infortunio i gemelli Ricci, Reinhart e Di Gaudio. Indisponibile anche Mastinu per squalifica. Fuori anche Bidaoui (autore del gol decisivo nel match di andata): l’attaccante belga di origini marocchine non ha trovato l’accordo con il club per il prolungamento di contratto, pertanto non è più un giocatore dello Spezia.

Ecco le probabili formazioni:

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Paganini, Rohden, Maiello, Gori, Beghetto; Dionisi, Ciano. All. Nesta.

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Vignali, Terzi, Capradossi, Marchizza; Maggiore, Bartolomei, Mora; Ragusa, Galabinov, Gyasi. All. Italiano.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA