Attualità

GameStop sbanca Wall Street

I titoli di GameStop a Capodanno valevano 12 dollari, oggi superano i 300. A rilanciare il titolo è stata la rivolta degli shortseller che hanno beffato l’establishment della finanza.

La congiura dei piccoli venditori

I protagonisti di questa strana vicenda sono: GameStop, una catena di negozi di videogiochi dalle prospettive non proprio rosee (sta chiudendo 450 dei suoi negozi); e altre società in crisi come Amc, Blackberry e Bed Bath & Beyond.

A Capodanno il titolo vale 12 dollari: troppo secondo gli hedge fund specializzati nello short selling (vendite allo scoperto di azioni non ancora possedute in previsione di un calo del loro valore) che partono all’attacco. ll prezzo dell’azione, anziché calare, schizza in alto. La scorsa settimana l’azione veniva scambiata a 40 dollari, venerdì ha chiuso a 70, lunedì è schizzata oltre quota 100 e ora, mercoledì, GameStop quota 320 dollari, dopo aver aperto a 351, aver raggiunto un massimo di 380 ed essere scesa, durante le contrattazioni, fino a 249.

La vicenda

I venditori short, in genere poco contrastati perché attaccano società in crisi, stavolta sono stati travolti da una massa di piccoli investitori. Hanno coordinato i loro acquisti su piattaforme digitali di Reddit come Wsb e utilizzando applicazioni come Robinhood, hanno concentrato le loro scommesse proprio su questa società malandata. Il conseguente aumento del suo valore ha messo in moto una spirale. Davanti alla crescita imprevista, gli speculatori al ribasso sono stati costretti a comprare azioni per compensare i rischi che si erano assunti. Così hanno fatto crescere ancor più i prezzi.

Con questa vicenda si è aperto un pericoloso precedente. Un nuovo modo di interpretare l’economia contro la «dittatura» dei mercati era un fenomeno che alcuni avevano messo in conto.

Gli operatori ora chiedono l’intervento delle authority di mercato, ma la Sec si muove con cautela. Acquisti coordinati con l’obiettivo dichiarato di far crescere i prezzi non bastano per sostenere accuse di manipolazioni o frodi.

Alcune società di brokeraggio hanno deciso di fermare l’acquisto dei titoli di GameStop dopo i forti rialzi delle scorse settimane dovute a un’azione coordinata di piccoli investitori raccolti su un forum di Reddit. Robinhood markets, Webull Financial e Interactive Brokers hanno limitato l’accesso al trading delle azioni della catena di negozi di videogame che in questo momento scivola a Wall Street perdendo il 30%. Nell’ultimo mese il titolo è cresciuto del 335%.

Elon Musk sostiene la proposta di Alexandria Ocazio-Cortez. Ovvero chiedere un’indagine dopo lo stop al trading dei titoli di GameStop.

LEGGI TUTTA L’ATTUALITA’

SEGUICI SU FACEBOOK

Back to top button