Motomondiale

Gara Moto3 GP Francia 2020, trionfo di Vietti

Ieri si è corso il decimo appuntamento stagionale della Moto3 sul tracciato di Le Mans. Celestino Vietti è riuscito ad imporsi nella gara Moto3 del GP di Francia, chiudendo davanti a Tony Arbolino e al leader della classifica iridata Albert Arenas. Una vittoria che candida definitivamente lui e lo Sky Racing Team alla lotta per il titolo mondiale. Molto bene anche il compagno di squadra di Celestino, ovvero Andrea Migno. Il pilota di Saludecio ha concluso la gara al quinto posto, mentre ha dovuto limitare i danni il giapponese Ai Ogura. Vediamo però com’è andata questa bellissima gara di Moto3, si parte.

Partenza perfetta di Arenas, ma Masia recupera. A terra Fenati dopo un contatto

In pole position parte Jaume Masia, pilota del Leopard Racing Team. Ma allo spegnersi del semaforo è Arenas ha prendere subito la testa della gara. Dietro di lui si accoda il classico gruppone della Moto3, il quale in tutti i modi tenta di non far scappare il pilota del team Aspar. La lotta è già serrata, con molti piloti che tentano di accaparrarsi le posizioni di rilievo per evitare i guai dei primi giri. Prontamente il tentativo di fuga di Arenas viene vanificato e dopo qualche giro è Masia a comandare la gara, seguito da Tony Arbolino e da Gabri Rodrigo. Vietti e Migno sono in sesta e settima piazza, mentre McPhee scivola addirittura 12°.

Binder comincia a farsi pericoloso, portandosi in terza piazza e stampando il giro veloce della gara. Più indietro invece Alonso Lopez tampona il suo compagno di squadra Fenati ed entrambi finiscono a terra. Non una bella domenica per il Max Racing Team, ma fortunatamente i due si chiariscono subito. Intanto Masia tenta di forzare il ritmo per aprire un gap tra lui e il resto dei piloti. Il problema è che Arenas e Arbolino non sembrano della stessa idea e tentano di non lasciarlo scappare.

Gruppo compatto con Vietti che attende il momento giusto. KO tecnico per Binder

Fase centrale relitavamente calma, dove però i due piloti del Sic58 Squadra Corse finiscono a terra. Un weekend da dimenticare per Suzuki e Antonelli, pronti a rifarsi subito già la prossima domenica ad Aragon. Ad nove giri dal termine il tentativo di fuga di Masia fallisce ed Arenas si rimette in testa, seguito da Arbolino e Binder. Vietti invece si mantiene in quinta piazza, cercando di evitare guai e consapevole che la sua gomma dura al posteriore potrebbe avvantaggiarlo negli ultimi giri. Un colpo di scena improvviso toglie Binder dalla lotta per la vittoria. La sua moto si ammutolisce in piena curva, rischiando anche di essere centrato da altri piloti. Un vero peccato dopo la vittoria di Barcellona. Ogura entra in zona punti, cercando di limitare i danni.

Vietti infila tutti e si invola verso la vittoria. Mondiale riaperto

Finalmente è arrivato il momento di attaccare per Celestino Vietti. La gomma dura montata al posteriore, a differenza della soffice montata da tutti gli altri, regala al pilota piemontese la spinta giusta per osare di più. A due giri dal termine, alla curva otto, compie un doppio sorpasso ad Arenas e Arbolino complice anche una scaramuccia di troppo tra i due. Vietti è in testa, ma deve difendersi dai continui attacchi dei suoi avversari. Comincia l’ultimo giro con Vietti davanti a un gruppo di otto persone. Dietro di lui ci sono Arenas, Arbolino, Masia, Sasaki, Migno, Rodrigo e Fernandez.

Il pilota dello Sky Racing Team si difende con le unghie e con i denti, riuscendo a mettere qualche metro di sicurezza tra sé e tutti gli altri. Così facendo impedisce loro di attaccarlo in frenata. Arbolino supera Arenas e punta dritto Vietti, mentre Masia rimane in quarta piazza e Migno scavalca Sasaki per il quinto posto. E’ un ultimo giro avvincente, ma per gli avversarsi non c’è nulla da fare. Celestino Vietti taglia per primo il traguardo e conquista la sua seconda vittoria stagionale davanti ad Arbolino ed Arenas. I due italiani riaprono il mondiale, ma Arenas si riprende la vetta della classifica su Ogura, il quale conclude la gara al nono posto.

I due italiani ora si trovano rispettivamente in terza e quarta piazza nel Mondiale Moto3 a 16 e 20 punti di distacco da Albert Arenas. Lo spagnolo sarà sicuramente l’uomo da battere in questo finale di stagione. McPhee scivola indietro, complice la caduta in cui è stato coinvolto. Il Mondiale per lo scozzese diventa sempre più difficile. Così come per Masia, Rodrigo e Suzuki. Ad essi ormai serve un miracolo per riaprire le loro chance iridate. Ecco di seguito la classifica aggiornata dopo il GP di Francia della Moto3.

classifica dopo Gara Moto3 gp francia 2020
La classifica iridata della Moto3 a cinque gare dal termine – Photo credit: Twitter Page MotoGP

Risultati finali della gara di Moto3 del GP di Francia

Ecco di seguito i risultati completi del GP di Francia della Moto3. Settimana prossima i giovani piloti della classe cadetta saranno impegnato sul tracciato di Aragon per il GP di Aragona, che replicherà la settimana successiva con il GP di Teruel. Due gare che saranno decisive per le sorti di questo incerto, quanto emozionante, mondiale di Moto3. Albert Arenas dovrà guardarsi bene le spalle.

[masterslider id=”324″]

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Back to top button