Basket

Gianmarco Pozzecco: vittoria, espulsione e lacrime: “Grazie a tutti”

Che vittoria della Nazionale italiana di pallacanestro negli ottavi di finale degli Europei di basket. Gli azzurri di Gianmarco Pozzecco hanno piegato, al termine di una gara eroica, la fortissima Serbia di Nikola Jokic. Un’affermazione che rilancia il movimento della palla a spicchi italiano e che, adesso, regala un prestigio all’Italia in vista dei quarti. Tra vittoria, espulsione e lacrime a fine match, è stato un saliscendi di emozioni per il nostro coach.

Le parole di Edoardo Casalone e Gianmarco Pozzecco

Voglio solo dire grazie ai nostri giocatori che hanno giocato una gara incredibile. Hanno dato tutto, siamo orgogliosi e penso che tutta l’Italia lo sia. Hanno vinto tre quarti su quattro, sono stati incredibili non solo alla fine ma in tutta la gara – le parole di Edoardo Casalone, vice di Pozzecco, chiamato in causa dopo l’espulsione del Commissario Tecnico durante Italia-Serbia. Penso che tutti si siano divertiti a vedere la partita. Abbiamo giocato bene in difesa, a rimbalzo, ma non è di questo che si parla. Si tratta di qualcosa di extra, non mi concentrerei su questioni tattiche. Com’è allenare accanto a Pozzecco? Lui è incredibile. Ha questa connessione con i giocatori, ed è qualcosa che puoi percepire. Qualcosa di incredibile. Essere con lui ti permette di imparare. Non puoi essere come lui, ma puoi imparare. Devi provarci“.

A mio giudizio una delle partite più belle della storia della Nazionale, giocata con grande cuore da tutti i ragazzi. Abbiamo stupito tutti con una prestazione di assoluto livello contro una squadra fortissima, la Serbia, che le ha provate tutte per vincere – le parole di un soddisfatto e quasi incredulo Gianmarco Pozzecco, espulso durante la partita e scoppiato a piangere a fine match –. Facile citate la gara incredibile di Marco Spissu, ma vanno menzionati tutti i ragazzi, nessuno escluso. Abbiamo un cuore grande, un pizzico di follia e tanta compattezza. Forse siamo una squadra che nessuno vuole affrontare. È una serata che ricorderemo a lungo…

Seguici su Google News

Back to top button