Cronaca

Prima giornata al Roma Web Fest

Il diario di bordo del Roma Web Fest ci accompagnerà per tutta la durata del Festival, il resoconto della prima giornata:

É iniziata oggi la quinta edizione del Roma Web Fest, il festival romano del cinema ai tempi del web. Un mare di eventi riempirà il finesettimana dalle aule dell’università La Sapienza al MAXXI, il Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo. Il ricco programma è composto da proiezioni, incontri e premiazioni.

Oggi siamo a San Lorenzo per le proiezioni dei cortometraggi non finalisti italiani e delle web serie straniere, sempre non finaliste. Si parte con gli esclusi quindi, esclusi che comunque qualcosa di buono hanno ma che purtroppo complessivamente non convincono. Sullo schermo vediamo susseguirsi horror, scene apocalittiche, drammi sentimentali, ballerine e molto altro. In alcuni c’è la cura nell’immagine, inquadrature suggestive e una buona fotografia che sa di cinematografico; in altri una buona idea iniziale non sempre sviluppata altrettanto bene; in alcuni particolare cura è stata riservata per il suono, la presa diretta, il missaggio audio e le musiche;… Purtroppo però un’opera cinematografica per essere buona deve riservare la stessa attenzione ad ognuno di questi aspetti.

Tavola rotonda “Europa Creativa” RWF (CREDITS: Damiano Quattrini)

Parallelamente alle proiezioni è in corso il Workshop “Come scrivere una Web Serie” tenuto da Tommaso Renzoni con la partecipazione di Roberto Venturini, Ivan Silvestrini e Luigi Parisi. L’aula è piena di giovani filmaker creativi italiani e non che in queste tre giornate lavoreranno insieme su un progetto di web serie collettiva. Un bell’esempio di cooperazione e collaborazione, un esercizio a più mani e più menti per costruire una storia di cui sarà girato un teaser, proiettato durante la serata finale del festival.

Oggi, sempre nelle aule universitarie di San Lorenzo ha avuto luogo la tavola rotonda “Europa Creativa” il progetto venticinquennale di finanziamento tramite fondi europei alle opere audiovisive, un’occasione per capire i metodi di finanziamento del bando destinato ai documentari, alle opere singole o seriali di finzione e ai lavori di animazione. Grazie a questo bando sono state finanziate opere come “La vita è bella”, “Fuocoammare” e “La grande bellezza” giusto per citarne tre.

L’appuntamento si rinnova quindi domani, quando il Roma Web Fest entrerà nel vivo della sua programmazione. La suggestiva cornice del MAXXI farà da sfondo alle proiezioni, ai panel e agli ospiti della serata di gala del concorso internazionale dedicato ai Fashion Film: i nostri papillon non vedono l’ora di essere sfoggiati.

MMI intervista le organizzatrici del RWF (CREDITS: Damiano Quattrini)

Back to top button