Sport

Giro d’Italia, si riparte da Pescara: ecco cosa attende i corridori

Adv

Giro d’Italia, dopo un giorno di riposo, necessario ai corridori per riprendersi dopo l’impegnativa tappa che li ha visti scalare il Blockhaus, la corsa riprende da Pescara e punta verso Jesi. La tappa odierna può avere epiloghi diversi, considerata la particolarità del tracciato. Non è da escludersi che proprio oggi la maglia rosa cambi padrone.

Analisi della 10a tappa: Pescara – Jesi

Questa decima tappa del Giro d’Italia, con partenza a Pescara e arrivo a Jesi, per oltre 90 chilometri non da offrire che una lunga e poco complessa strada pianeggiante. Da Civitanova Marche e fino all’arrivo, invece, il percorso si fa certamente più impegnativo e di conseguenza potenzialmente selettivo. I 1760 metri di dislivello complessivo, infatti, sono tutti concentrati in questo segmento della tappa, con le “vette” costituite dalle Crocette di Montecosaro, Recanati, Filottrano e Monsano, quest’ultima posta a circa 11 chilometri dalla fine. Il traguardo, invece, è posizionato su strada rettilinea con una lieve pendenza intorno al 2%.

Giro d'Italia, si riparte da Pescara: ecco cosa attende i corridori
(Photo credits: Giro d’Italia)
Giro d'Italia, si riparte da Pescara: ecco cosa attende i corridori
(Photo credits: Giro d’Italia)

I favoriti di giornata: ancora una possibilità per Van der Poel

La seconda parte della tappa presenta una lunga alternanza di brevi salite e discese, il quale potrebbe portare uomini come Van der Poel o Biniam Girmay a farsi sotto proprio alla fine, per vincere in volata. Con loro, in questo caso, un occhio andrebbe dato anche ai vari Demare, Nizzolo, Ewan e Gaviria.

Se però prevalessero altre strategie, allora si potrebbe pensare a nomi quali Davide Ballerini, Mauro Schmid, Bauke Mollema. Tra gli italiani andrebbero poi menzionati anche Alessandro Covi, Diego Ulissi e Davide Formolo.

Le classifiche dopo la 9a tappa del Giro d’Italia

Maglia Rosa: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo); J.P. Goncalves Almeida (UAE Team Emirates) +12”, R. Bardet (Team DSM) +14”

Maglia Ciclamino: A. Demare (Groupama-FDJ) 147 p.ti, B. Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux) 120 p.ti, Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl Team) 78 p.ti

Maglia azzurra: D. Rosa (Eolo-Kometa Cycling Team) 83 p.ti, K. Bouw,an (Jumbo-Visma) 69 p.ti, L. Kamna (Bora-hansgrohe) 43 p.ti

Maglia Bianca: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo), J.P. Goncalves Almeida (UAE Team Emirates) +12”, T. Arensman (Team DSM) +1’27”

Squadre: Bora-hansgrohe, Bahrain Victorius +3’21”, Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux +5’24”

Dove vedere in TV il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2022, sarà seguito dalla partenza e fino alle 14.00 dalle telecamere di Rai Sport +, a seguire da quelle di Rai 2. La corsa, inoltre, potrà essere vista in TV anche su Eurosport, oppure in streaming su Eurosport Player, Discovery+ e la piattaforma di GCN.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

(Photo credit: Giro d’Italia)

Link foto: https://www.facebook.com/giroditalia/photos/pcb.10158961239408247/10158961231408247/

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button